CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Bond falsi nella valigia in stazione, il loro valore cresce ancora

Più informazioni su

La Procura di Como, con il cambio attuale, ipotizza una cifra complessiva da brivido: 118 miliardi di euro. Tre le persone indagate: due imprenditori giapponesi, irrintracciabili, ed un 72enne di Carimate. Inchiesta finita, non le sorprese. Perché la Procura di Como, nell’avviso di conclusione delle indagini sul clamoroso sequestro di bond alla stazione di Chiasso del giugno di un anno fa, arriva ad una cifra complessiva ancora più alta di quella emersa in un primo momento: complessivamente 118 miliardi di euro di documentazione – in parte emessa dalla Federal Riserve americana ed in parte dal Ministero del tesoro giapponese – giudicata contraffatta. Per questa vicenda, dai contorni ancora in parte misteriosi, risultano tre gli indagati: due imprenditori giapponesi – bloccati alla stazione di Chiasso con i bond in valigia – ed un imprenditore di Carimate di 72 anni, Alessandro Santi. Lui sarebbe stato l’ultimo ad avere contatti con i due nipponici prima che si dileguassero senza lasciare traccia. Di loro non si hanno più notizie da quasi 12 mesi.

Più informazioni su