CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La perizia sul motoscafo ribaltatosi nel lago: pesi mal disposti

Più informazioni su

Lo sostiene il consulente tecnico della Procura lariana. Le sue conclusioni già arrivate al Tribunale cittadino. Due le vittime tra cui l'esperto pilota Enrico Vidoli. Un solom indagato: il proprietario dello scafo. Sacchi di sabbia mal disposti all’interno dello scafo in prova. Tanto da provocare, durante una virata dello scafo, la sua destabilizzazione, l'rto contro un'onda anomala ed il ribaltamento in acqua. La perizia disposta dal Pm Valentina Mondovì della Procura di Como avrebbe stabilito proprio questo errore nella collocazione dei pesi. La consulenza tecnica è già stata depositata in Tribunale proprio in questi giorni. E che di fatto va a chiarire quanto accaduto esattamente un anno fa nel lago di Porlezza durante una prova di questo motoscafo. Poi ribaltatosi e finito in acqua. Con la morte sul colpo di Enrico Vidoli, il 52enne esperto pilota di motonautica di Stresa ed anche del suo meccanico Ivano Grandi, 42enne, porlezzese, deceduto pochi giorni dopo dall’incidente per le ferite riportate. Inchiesta ormai chiusa dopo questa consulenza tecnica. SI attendono solo le conclusioni del magistrato. Un solo indagato per questo tremendo incidente: si tratta del 45enne imprenditore di Lenno, proprietario dell’imbarcazione, prestata quel giorno ad un pilota esperto come Vidoli.

Più informazioni su