CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

San Vittore, si della Caleffi dietro le sbarre:”Passo importante”

Più informazioni su

Il matrimonio, con rito civile, celebrato questa mattina nel carcere milanese dove l'ex infermiera comasca è detenuta. Lei impone il massimo riserbo. Il suo legale:"Bisogna capirla e rispettarla". Il si c’è stato. Stamane nel carcere milanese di San Vittore. Senza i genitori di Sonya Caleffi, che non hanno gradito questa decisione, ma con uno dei suoi legali, il lecchese Claudio Rea. Che l’ha seguita per tutti questi anni e che oggi non l’ha voluta lasciare sola in questo matrimonio, con rito civile, con un detenuto della sezione maschile. Cerimonia per pochi e decisamente sobria anche se la ragazza ha poi imposto il massimo riserbo. Spiegando all’avvocato che questa è la sua vita privata e tale deve rimanere. Anche se da moglie dietro le sbarre. “Dal punto di vista umano e professionale, posso dire che questo passo – ha spiegato il legale – è importante. E certifica un importante cambiamento in atto da parte della ragazza. Poi chiedo di rispettare questa sua scelta di tenere per sè la vita privata…".

Più informazioni su