CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Domattina il si dietro le sbarre. La Caleffi si sposa nuovamente

Più informazioni su

L'ex infermiera comasca, condannata a 20 anni di reclusione per cinque omicidi quando lavorava all'ospedale di Lecco, si dice felice e contenta. Cerimonia con poche persone. I suoi genitori non ci saranno. La cerimonia ci sarà regolarmente. Alle 11 di domattina nel carcere milanese di San Vittore dove lei e lui sono detenuti. Sonya Caleffi si sposa, con rito civile. Con pochi testimoni ed uno dei suoi avvocati – Claudio Rea – presente alla cerimonia. Non ci saranno i genitori dell’ex infermiera comasca, condannata in tre gradi di giudizio a 20 anni di carcere per i delitti (ben cinque) dei quali si è macchiata quando lavorava a Lecco. Papà Nicola e mamma Renata, infatti, non avrebbero preso bene questa decisione della figlia.

Il futuro marito è un detenuto conosciuto in un momento comune nel carcere milanese. Suoi testimoni saranno la sorella ed il cognato, per Sonya una assistente di San Vittore. Anche lo psicologo che ha seguito la Caleffi per questi anni, Andrea Perico, seguirà la cerimonia. Al termine della quale la direzione della casa circondariale ha già autorizzato i novelli sposi ad un breve rinfresco. Per gli sposi due ore da trascorrere assieme nella sala colloqui prima del rientro nelle rispettive celle.

Più informazioni su