CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sfruttamento della prostituzione e scattano le manette per due

Più informazioni su

L'operazione è della squadra mobile della Questura di Como. A finire in carcere un 54enne di Fenegrò ed una sua amica rumena di 23. Si facevano pagare l'appartamento ed una quota fissa al giorno.


Aiutavano giovani donne ad entrare nel nostro paese clandestinamente, per poi farle prostituire, facendosi consegnare parte dell’incasso. Tre persone sono state scoperte della polizia, grazie alla collaborazione di alcuni cittadini. Gli agenti della Squadra Mobile di Como ritengono responsabili di questo giro di prostituzione due uomini e una donna. Tutti sono stati colpiti da ordinanza di custodia cautelare in carcere per sfruttamento della prostituzione. Due soli gli arrestati perchè uno di loro – un ragazzo 29enne – è tuttora ricercato. L'inchiesta è partita dopo le segnalazioni di alcuni residenti di Fenegrò che lamentavano la presenza di un’auto, condotta da un uomo, che accompagnava diverse ragazze nei luoghi dove spesso sono presenti prostitute. Dopo le segnalazioni, le indagini che hanno portato all’identificazione del conducente dell’auto, Aniello Saggese, 54 anni, già noto alle forze dell'ordine, di Fenegrò.

Gli agenti hanno scoperto che l’uomo aveva trasformato in un vero e proprio ostello, dove ospitava le ragazze in cambio di 350euro al mese, la propria abitazione. Oltre al pagamento dell’alloggio l’uomo, alla fine della giornata, si faceva poi consegnare da ognuna 40 euro. Dietro a questo giro di prostituzione anche altre due persone, una 23enne rumena Silvia Marinela Berca, domiciliata anche lei a Fenegrò in via Trentio, considerata la mente del gruppo, ed il suo fidanzato, un 29enne albanese. La 23enne, già nota alle forze dell’ordine perché dedita alla prostituzione, gestiva in prima persona le straniere e gli incassi. Anche lei, infatti, ogni giorno si faceva versare dalle giovani 30 euro. Lei e Saggese sono finiti in cella. Resta tuttora ricercato il 29enne.

La ragazza è finita in manette per i reati di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento all’ingresso illegale di cittadini extracomunitari, mentre Saggese è accusato di favoreggiamento alla prostituzione.

Più informazioni su