CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La protesta degli agenti del Bassone:”Qui carenze da paura”

Più informazioni su

Polizia penitenziaria e sindacati uniti nel far capire le difficili condizioni nel carcere di Como dove settimana scorsa si è impiccato un detenuto."Manca ogni cosa: dal personale alle condizioni sanitarie". Una situazione difficile. E pure grave da affrontare. Dove l'emergenza è routine, cosa quotidiana. Succede al carcere del Bassone dove attualmente sono 75 gli agenti di polizia penitenziaria che mancano per un organico ideale, a fronte di quasi 560 detenuti. Con un rapporto davvero impari di forze. Con i casi limite di un solo agente che spesso si ritrova a controllare una intera sezione. Denunce e malumori espressi oggi, in una conferenza stampa dei sindacati congiunti, dagli agenti che ogni giorno lavorano nel carcere lariano. Dove a mancare sono anche altre cose:"Dai riscaldamenti al gasolio, dalle condizioni igienico-sanitarie alle persone che rimpiazzano chi va in ferie o sta a casa perchè ammalato" hanno concluso i sindacati.

Settimana scorsa al Bassone un detenuto si è impiccato (vedi precedente lancio). La carenza di personale porta spesso anche ad un mancato controllo delle persone a rischio. Ma perchè i turni massacranti non consentono alla polizia penitenziara di svolgere adeguatamente anche la sorveglianza. I sindacati attaccano anche la nuova direttrice del Bassone, Maria Grazia Bregoli, arrivata da poco. A loro giudizio – ribadito oggi – sarebbe poco propensa al dialogo ed alla trattativa.

Più informazioni su