CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Sulla “movida” comasca arrivano le telecamere per chi esagera

Più informazioni su

Iniziativa dell'assessorato alla sicurezza di Como dopo le proteste dei residenti per schiamazzi e vandalismi fuori dai locali. Al via la gara per l'appalto e poi gli occhi elettronici puntati su San Donnino. Ed adesso le telecamere a circuito chiuso. Per controllare chi esagera, chi sporca ed imbratta muri. Chi getta bottiglie in strada o peggio ancora. La risposta, almeno sulla carta, è pronta e decisa da parte del Comune di Como. IN particolare, l'assessore alla sicurezza Francesco Scopelliti che non si è lasciato sorprendere dalle proteste di residenti per il caos e la confusioni all'esterno dei locali del centro. E così ecco la sua risposta: a breve la gara di appalto per l'installazione – grazie anche a fondi regionali – di una dozzina di telecamere nella zona del centro e di San Donnino in particolare. Laddove le proteste sono più intense e vibranti. Intanto, la battaglia tra chi vuole il "coprifuoco" alla mezzanotte – tra cui sindaco ed assessore al commercio Sosio – e chi vuole orari liberi (tra di essi altri assessori come Sergio Gaddi) va avanti. Ma di ufficiale ancora non c'è nulla. Solo la bozza di ordinanza comunale che continua a fare discutere.

Più informazioni su