CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Una disattenzione ed il Como scivola a Cremona nella ripresa

Più informazioni su

Una sconfitta un pò immeritata per gli azzurri, puniti da un solo errore della difesa. Buona prova contro una Cremonese lanciata ai play-off. Finale incandescente. La salvezza passa dal Sinigaglia: domenica il Lecco.

Cielo coperto, ma non piove allo stadio Zini di Cremona dove il Como gioca la sua penultima gara della stagione e cerca la salvezza. Con tanti tifosi al seguito, almeno 500 sugli spalti con bandiere e striscioni. Como senza grandi variazioni: in difesa Bruno gioca al posto dell'infortunato Franco, mentre in attacco – unica punta – c'è Fragiello che prende il posto dello squalificato Cozzolino. La novità dell'ultima ora è l'esclusione – pare per scelta tattica visto che è diffidato – di Stefano Salvi. Filippini e Zerzouri in appoggio a Fragiello.

La cronaca. Pronti via e Fragiello ha subito una bella occasione. Entra in area a tu per tu con il portiere e si fa parare il tiro da Paoloni. Poi batti e ribatti a centrocampo senza grosse emozioni. Cremonese che non riesce a farsi insidiosa, azzurri attenti e decisi. Buona prova della difesa azzurra con Gonnella e Conti su tutti. Padroni di casa insidiosi con Bianchi: gran tiro da fuori area al 22esimo. Zappino para sicuro. Gara molto tattica e bloccata a centrocampo. Pochissime occasioni da entrambe le parti. Gli azzurri non sfigurano affatto. Al 30esimo Cremonese pericolosa con Musetti: traversone in mezzo all'area e la difesa azzurra libera. Al 37esimo occasione ghiotta per Riva dal limite: gran tiro al volo del numero dieci lariano e parata di Paoloni. Niente altro sino al termine. Al riposo in parità: 0-0. Il Como ha tenuto testa alla Cremonese senza rischiare.

Ripresa: Nessun cambio tra gli azzurri e Como sempre attento a centrocampo.
Al 13esimo errore della difesa del Como. Fietta va sul fondo, al limite dell'area, e mette in mezzo. Musetti tocca e segna. Vantaggio della Cremonese, azzurri in ginocchio. Como che cambia: dentro Salvi per Ezio Brevi e Prandelli per Fragiello. Bella occasione per Villar (Cremonese). tiro dal limite, Zapino replica bene in tuffo. Al 22esimo occasionissima per gli azzurri: punizione dal limite di Gonnella per falo su Zerzouri. Portiere battuto e traversa piena. Poi fallo sul portiere della Cremonese.
Poi è Zappino a combinare tensione. Intervento falloso (doppio) su un avv ersario. Gli animi si scaldano. Fuori Bruno e dentro Kalambay nel tentativo di recuperare. Cremonese insidiosa con Villar al 30esimo: alto di poco. Quattro minuti dopo è Zanchetta a tentare il tiro dal limite. Zappino para. E poi ancora Cremonese con un tiro dal limite di Carotti. Fuori di poco. Il Como ci ha provato nel finale, ma con poca lucidità. Tentativo di Filippini e Prandelli, di testa. Niente da fare. Finale intenso e convulso. Gli azzurri ci provano, gara spezzettata e nervosa. Scintille tra Gonnella e alcuni giocatori di casa. Poi il portiere Paoloni si fa ammonire per proteste. Perde tempo per la rimessa in gioco e si becca il secondo giallo. Espulso. Cremonese in dieci per l'ultimo minito. In porta va Bianchi perchè l'allenatore ha già fatto tre cambi. Ma non cambia nulla. Assalto disperato degli azzurri e risultato invariato.

La Cremonese fa festa davanti ai suoi tifosi, il Como esce a testa alta e con il supporto costante dei tifosi allo stadio Zini. Uno stop immeritato , ma che all'atto pratico non cambia molto la classifica perchè anche le dirette avversarie perdono. La salvezza, però, passa dal Sinigaglia domenica prossima in un derby di fuoco con il Lecco.

Più informazioni su