CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Non parla il ferito dell’agguato di Merone e ancora niente fermi

Più informazioni su

Nessuno sviluppo nelle indagini dei carabinieri di Como dopo l'episodio di martedì. L'uomo resta ricoverato a Lecco. Non ha fornito indicazioni utili agli inquirenti: solo la conferma di quello che sanno già.

Non parla. Resta in silenzio davanti ai carabinieri di Como – che hanno cercato invano di interrogarlo – il 40enne di Monguzzo ferito martedì mattina da una raffica di colpi esplosi da un’auto che ha affiancato la sua Nissan Micra appena fuori dall’abitazione della compagna. Luigi Di Pinto, ai militari, avrebbe solamente confermato la dinamica, ormai accertata dagli inquirenti. Nulla di più. Forse anche per il timore di possibili ripercussioni verso di lui e la sua famiglia. Indagini dei militari che non hanno portato ancora ad alcun fermo per questo agguato davvero brutale. Le condizioni del ferito, intanto, sempre in miglioramento: resta ricoverato all’ospedale di Lecco in prognosi riservata.

Più informazioni su