CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Bravura e furbizia: ad Avellino la Ngc espugna l’Air di Pancotto

Più informazioni su

I brianzoli tornano a casa con una bella vittoria (76-85 il punteggio finale) ed ora i play off. Ottimo gioco di Mazzarino e Micov. Molto soddisfatto coach Trinchieri:”Abbiamo disputato una gran partita”.

“Abbiamo disputato una gran partita”. Così coach Andrea Trinchieri al termine dell’anticipo di ieri sera ad Avellino. Ancora una volta grande prova di capitan Mazzarino (23 punti) e di Vladimir Micov (17 punti). Una sfida non semplice quella con l’Air di Pancotto, poche volte sconfitta in casa. Una partita abbastanza equilibrata, ma nel finale Mazzarino decisivo per la vittoria (76-85 il punteggio finale). Già nel primo periodo una bomba di Micov impatta a quota 15, mentre il successivo canestro di Markoishvili porta avanti la Ngc costringendo coach Pancotto a chiamare time-out a tre minuti dal termine del primo periodo. Poi la tripla di Mazzarino allo scadere fissa il punteggio, al termine della frazione, sul 25 a 17 per i biancoblù. Avellino più volte in attacco, accorcia le distanze, ma gli uomini di coach Trinchieri si difendono bene. L’Air cerca la rimonta al rientro dall’intervallo lungo, ma Mazzarino e Leunen sono incontenibili.  Avellino però non molla e con Troutman ed Akyol, si riporta a -9 (71 a 80) a tre minuti e mezzo dalla sirena. A 90 secondi dalla fine il punteggio è di 74 a 82, ma la “bomba” di Mazzarino chiudere defintivamente la gara.   Il coach è molto soddisfatto: "Siamo stati bravi e furbi – ha commentato al termine della gara – Abbiamo commesso un paio di strafalcioni in un certo momento della partita, ma credo che la mia formazione abbia meritato questa vittoria”. A tre turni dalla fine del campionato si pensa già ai playoff:” Uno lavora tutto l'anno per poter partecipare ai playoff che sono una cosa elitaria solo per le prime otto, ora possiamo divertirci Dobbiamo fare di tutto per cavalcare l'onda fino in fondo perchè credo che i nostri tifosi e la nostra società se lo meritino.".

Più informazioni su