CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Riapre il centro islamico di via Pino ed ecco le prime proteste

Più informazioni su

Prevista venerdì l'inaugurazione ed è già scontro intenso tra musulmani e Lega. Il Carroccio dice no ad una nuova moschea. La comunità fa capire che la preghiera del venerdì si farà sempre a Muggio.

Apre domani ed è già battaglia feroce. In via Pino, a Camerlata, è prevista domani l'inaugurazione del centro islamico. Ma è già scontro intenso tra musulmani e Lega. Il Carroccio va subito al contrattacco e chiede che questo luogo non diventi, come era in passato, una moschea. La comunità islamica dice che tutto questo deve spettare alle forze dell'ordine, ma comunque, da quanto si è potuto apprendere, lo stesso portavoce della comunità islamica ha fatto capire che si rispetteranno le leggi e il venerdì pregheranno sempre a Muggiò. Quindi non si pregherà all'interno del centro culturale di via Pino che aprirà formalmente i battenti domani. Gli anni scorsi questa era una moschea che poi è stata chiusa tra mille battaglie e mille polemiche dei residenti.

Ed anche dalla Rete proteste per la riapertura dell'ex-moschea. Su Facebook, infatti, oltre 1.300 gli iscritti al gruppo "No alla moschea a Como". Da ieri nuovi commenti in occasione della riapertura del centro di via Pino. Nella bacheca del gruppo fondato da Mirko Pontrelli, esponente della Lega Nord e presidente della circoscrizione di Camerlata, si legge: "I problemi sorti con la prima esperienza che tanti malumori e disagi hanno cagionato alla popolazione, residente o in transito, paiono evidentemente irrisolti e pronti a ripresentarsi con la riapertura del centro religioso di aggregazione. Solo la Lega Nord si è adoperata per porre regola al primo centro culturale, nei fatti adibito a moschea, chiedendo il rispetto dei requisiti richiesti a un luogo di culto, per evitare la genesi di scontri contrari al buon senso, e nemici dell'integrazione".

Più informazioni su