CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Consegne “verdi” in città ed ecco il progetto merci in centro

Più informazioni su

Per Stefano Bruni: “Una rivoluzione che è un segno di civiltà”. Aprirà un magazzino a Montano Lucino per la gestione e il trasporto, con mezzi non inquinanti, verso la Zona a Traffico Limitato di Como.

Diminuire il traffico in città, abbassando così i livelli di inquinamento. Ecco l’obiettivo di “Merci in Centro”, un progetto nato per razionalizzare la distribuzione delle merci nella convalle e nel centro storico e messo a punto con la consulenza di Cityporto Padova, società controllata dal Comune di Padova che già da anni svolge un servizio analogo. Comune di Como e Csu hanno previsto lo stoccaggio delle merci da consegnare in centro città (per ora esclusi gli alimentari) in un magazzino a Montano Lucino, in prossimità dell’autostrada. Un magazzino aperto a grossisti e corrieri (dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19), dove le merci, dopo la registrazione per la rintracciabilità, verranno consegnate ai commercianti. Questa procedura consentirà la massimizzazione dei carichi e l’ottimizzazione dei percorsi. Ogni giorno verranno effettuate due consegne (gratuite per i commercianti) con mezzi di trasporto bimodali gasolio/elettrico, ovvero veicoli non inquinanti. Questi mezzi elettrici potranno girare liberamente anche nel centro storico di Como. L’iniziativa è volta a diminuire l’afflusso di traffico, soprattutto commerciale, proprio in questa area della città. Questo tipo di traffico, infatti, rappresenta uno degli aspetti più critici del problema, con una media di consegne di circa 350 al giorno ed un tasso di carico che talvolta non raggiunge neppure il 50%.

 

“Merci in Centro rispetto rappresenta una rivoluzione – ha commentato il Sindaco Bruni – una rivoluzione che è un segno di civiltà, per un uso intelligente del territorio”. Positivo anche il commento del presidente di Uptcs, Giansilvio Primavesi: “I vantaggi, oltre che sulla città e i turisti, ricadranno anche sui commercianti. Merci In centro rappresenta un esempio di ottima collaborazione con l’amministrazione comunale e che questa è la via su cui continuare”.

Più informazioni su