CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nube, sono ancora tutti fermi. Dai turisti ai comaschi all’estero

Più informazioni su

Altra giornata praticamente senza voli negli aeroporti del Nord Italia e della Svizzera. Disagi senza fine. Il divieto riguarda anche idrovolanti, alianti ed elicotteri ad eccezioni di quello del 118. Non c'è tregua. La nube vulcanica lascia fermi ancora tante persone. Decine di turisti a Como, impossibiloitati a sapere quando possono rientrare a casa. Chi, invece, aveva già prenotato una vacanza sul Lario. E poi decine di persone tuttora bloccate all'estero, nei vari scali sempre chiusi per la nube vulcanica proveniente dal'Islanda. Un incubo vero, costante, ormai da giorni. Non si vola anche se stamane per qualche ora l'illussione c'è stata. Poi anche per Orio, Linate e Malpensa – oltre ad Agno in Ticino – la decisione di chiudere decolli e partenze per il rischio che la polvere della nube possa finire nei motori degli aeromobili. Lo stop almeno fino a domattina anche se il picco della nube dovrebbe verificarsi mercoledì.

I disagi riguardano anche Como e la sua attività. Aero club di Como ed eliporto di Verzago fermi anch'essi. La limitazione dell'Enac riguarda anche idrovolanti, alianti ed elicotteri: spazio aereo off-limits anche per loro. Eppure Cesare Baj, a nome dell'aeroclub cittadino, ha chiesto all'Enac una norma meno restrittiva per questo tipo di velivoli. Finora nessuna deroga. L'unica eccezione è per l'elicottero del 118 che vola regolarmente in tutto il territorio lariano.

Più informazioni su