CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

L’insospettabile perito informatico interrogato in cella: ammette

Più informazioni su

Enrico Marelli avrebbe confermato le accuse che i carabinieri gli rivolgono dopo l'inchiesta a suo carico. IN primo luogo l'incontro a scopo sessuale con un ragazzino di 12 anni, poi le tante foto compromettenti.

Sostanziali ammissioni nell'interrogatorio di garanzia di quest'oggi, in carcere al Bassone, davanti al Gip Alessandro Bianchi che ha firmato l'ordinanza nei suoi confronti. Enrico Marelli, perito informatico di 49 anni, residente a Capiago, è stato interrogato oggi dal giudice che ha firmato il provvedimento restrittivo nei suoi confronti. Era assistito dagli avvocati Massimo Cordiano ed Ernesto Lanni.

Sostanzialmente avrebbe fatto le ammissioni dell'incotro dello scorso 7 aprile a San fermo, nel quale, dopo aver addescato un giovane via Internet, lo aspettava in auto. E' stato fermato però in tempo dall'arrivo dei Carabinieri. Il resto è saltato fuori dal suo computer. L'esame, infatti, del suo pc ha rilevato decine di file compromettenti. Lo stesso Marelli avrebbe ammesso davanti al giudice, anche di aver realizzato un solo filmato a contenuto pedo-pornografico.

Più informazioni su