CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Le “bordate” del Pd :”Tutti via se le telecamere si spengono…”

Più informazioni su

Toni critici sull'esito della seduta del consiglio comunale di Como di ieri sera. L'opposizione attacca il comportamento di sindaco e presidente Pastore. Legnani:"Se ne devono andare a casa…". La seconda seduta straordinaria del consiglio comunale convocata per discutere del caso Cà d’Industria si è chiusa ieri sera con il voto, non valido per mancanza del numero legale, all’emendamento che chiede la revoca dell’attuale consiglio di amministrazione della Fondazione. Al momento della votazione erano presenti diciotto consiglieri su quaranta, quattordici dei quindici consiglieri di opposizione, Emanuele Lionetti e  Luigi Bottone del gruppo Liberi per Como e i due consiglieri della Lega Nord Giampiero Ajani e Guido  Martinelli. Nonostante alcuni di loro avessero votato con l’opposizione per proseguire la seduta a oltranza, una volte spente le telecamere della diretta televisiva, i consiglieri del PDL hanno progressivamente abbandonato l’aula senza fare alcuna dichiarazione, compreso il presidente del consiglio comunale Mario Pastore e il sindaco Stefano Bruni.

Feroce il segretario cittadino del PD Stefano Legnani: “I consiglieri del PDL con questo atteggiamento hanno manifestato la propria inadeguatezza, non esprimendo il proprio giudizio su una vicenda che riguarda una realtà così importante per Como. Si è trattato dell’ennesima conferma che non vi è più una maggioranza nelle condizioni di proseguire nel governo della città. Oltre ad abbandonare l’aula è ormai tempo che abbandonino anche il comune”. Aggiunge il capogruppo del PD Luca Gaffuri: “La maggioranza è fuggita di fronte alle proprie responsabilità, dimostrando una spaccatura profonda al suo interno prima di tutto tra il gruppo del PDL e quelli della Lega Nord e di Liberi per Como. Continuare a rinviare le decisioni è come nascondere la polvere sotto il tappeto, serve a poco e viene il momento in cui diventa visibile".

Più informazioni su