CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il sindaco di Pusiano non ci sta: “La cava non è una pattumiera”

Più informazioni su

Andrea Maspero ha scritto una lettera al Prefetto di Como, Tortora, per chiedere di eseguire altrove le operazioni di brillamento degli ordigni bellici. Da tempo si batte per rendere il luogo sede di  eventi culturali e musicali.

Smettere di far brillare gli ordigni bellici nella cava di Pusiano. Questa l’intenzione del sindaco del paese, Andrea Maspero, dopo la decisione di utilizzare ancora una volta il sito per questo scopo. Questa volta gli ordigni da fa brillare sono quelli ritrovati nel lago a Laglio.  Maspero da tempo organizza, nei periodi estivi, eventi culturali e musicali, proprio per rendere la cava un luogo di incontro e di divertimento. Il sindaco di Pusiano ha deciso così di scrivere una lettera al prefetto di Como,Michele Tortora: “Conscio del fatto che non posso impedire il brillamento – scrive il sindaco di Pusiano – Le chiedo di usare ogni cautela per  non arrecare alcun danno”.  In passato,infatti, i residenti  lamentarono non solo il rumore assordante provocato dal brillamento, ma una serie di danni alle abitazioni,soprattutto crepe nei muri. Maspero chiede così di spostare queste operazioni altrove, perché “Pusiano non è una pattumiera”.  Il 28 aprile gli ordigni verranno fatti brillare nella cava, ma il sindaco del paese ribadisce la necessità di spostare queste operazioni o partirà una raccolta firme: “ Se dovesse arrivare una nuova richiesta– spiega Maspero –non esiteremo a mobilitarci, bloccando l’accesso alla cava”.

Più informazioni su