CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il “coprifuoco” nei locali di Como:”Ma si può anche trattare…”

Più informazioni su

L'assessore al commercio di Como, Etta Sosio, sembra aver innescato la retromarcia dopo le feroci proteste sollevate dalla sua proposta di chiudere a mezzanotte. Tutti contrari all'iniziativa.

Se non è una retromarcia, poco ci manca. Etta Sosio, assessore al commercio di Como, forse non si aspettava una reazione simile dopo la proposta di rivedere gli orari degli esercizi pubblici. Si aspettava critiche, ma non così feroci. Tutti, in pratica contrari all'ipotesi di chiudere a mezzanotte oppure concedere una deroga fino alle 2 (come ora), ma solo a determinate condizioni. Tra cui interventi di insonorizzazione dei locali. E così, a qualche giorno dal sasso lanciato nello stagno, ecco che l'assessore cerca di correggere il tiro. E rassicura baristi ed esercenti sul piede di guerra:"Ma si può anche trattare sull'orario – spiega la Sosio -. Ogni decisione, comunque, deve essere valutata dalla giunta e ratificata dal sindaco" conclude.

Ad essere furibondi sono i baristi, ma anche le associaioni di categoria. Confcommercio nettamente contraria, tanto più ora che si va verso la stagione estiva. La proposta dell'assessore al commercio è nata dopo le proteste di molti residenti sul loro diritto al riposo serale anche nei pressi di alcuni tra i più frequentati locali cittadini.

Più informazioni su