CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il cubano davanti al Gip:”Non mi sono reso conto di averlo fatto”

Più informazioni su

Convalida dell'arresto per il 50enne. L'uomo, dispiaciuto per l'accaduto, ha dichiarato di non ricordare di aver colpito la moglie. Anche oggi, durante l'interrogatorio, ha chiesto della donna e della figlia.

Convalida dell'arresto. Si è concluso l'interrogatorio davanti al Gip di Como, Alessandro Bianchi, per il musicista cubano, Ocatavio Ibarguan, di Capiago Intimiano. L’uomo resta dunque in carcere, al Bassone, perché accusato del tentato omicidio della giovane moglie. “Un provvedimento annunciato che non ci ha colto di sorpresa – ha spiegato alla nostra redazione il legale dell'uomo, l'avvocato Nicola Galuppo – Ibarguan ha spiegato come si sono svolti i fatti, non negando nulla. Ha ammesso che c'è stata una colluttazione, anche se non ricorda di aver colpito la moglie. La sua preoccupazione maggiore sono le condizioni della donna”. E’ pentito e dispiaciuto per quanto accaduto, lo ha ribadito anche oggi davanti al Gip. Il 50enne cubano chiede il perdono, della moglie e dei suoi parenti, per quel gesto e quella reazione che lui stesso non giustifica. Per il momento nessuna richiesta da parte del legale dell’uomo, anche se non si esclude a breve la richiesta dei domiciliari.

Più informazioni su