CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il cubano si pente in cella dopo il ferimento:”Ma cosa ho fatto?”

Più informazioni su

Il 50enne di Capiago Intimiano, che ha colpito la giovane moglie perchè accecato dalla gelosia, ha incontrato oggi il suo avvocato al Bassone. Lunedì interrogatorio con il Gip. "E Jessica come sta?". "Ma cosa ho fatto ? Non so, non mi rendo conto bene…". Sconvolto e sotto choc. Decisamente prostrato davanti al suo avvocato, Nicola Galuppo, andato oggi al Bassone per incontrarlo. Octavio Ibarguan, musicista cubano di 50 anni, si è pentito di quella brutale aggressione dell'altra sera (vedi precedenti lanci) alla giovane moglie Jessica. Un litigio, nella loro villetta di Capiago in via Resegone, che ha rischiato di finire nel dramma. La donna, colpita da una coltellata all'addome dopo una precedente aggressione, è stata salvata per un lungo intervento al quale è stata sottoposta. Ora è in ripresa, ma l'acusa per l'uomo rimane di tentato omicidio.

Lunedì mattina il Gip di Como Alessandro Bianchi andrà al Bassone per l'interrogatorio di convalida del cubano. Che, sempre nel faccia a faccia di oggi con l'avvocato, ha anche chiesto come sta la moglie. "Jessica è grave ? E la bambina ?". La piccola, otto anni, è da ieri affidata ai nonni materni. La moglie in ripresa, come detto. Lui, pentito e sconvolto, intende presto incontrare la giovane consortre e chiedere scusa. Il suo gesto sarebbe la conseguenza di un rapporto un pò traballante, negli ultimi tempi, ma anche della folle gelosia che lo perseguitava da tempo. Temeva forse che la ragazza potesse lasciarlo per un altro…

Più informazioni su