CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Cà d’Industria, la tensione resta alta ed i sindacati se ne vanno

Più informazioni su

Gesto clamoroso della Cgil nell'incontro di ieri tra rappresentanti dei dipendenti e vertici dell'ente. I rappresentanti hanno abbandonato il tavolo in aperto contrasto con un consigliere di opposizione. La tensione resta alta. Altissima. Dopo la manifestazione di mercoledì e dopo le polemiche di questi giorni attorno al servizio mensa della Cà d'Industria, affidato ad una azienda esterna, sempre più nel mirino di dipendenti e familiari. Ma anche i sindacati vogliono vedere chiaro cosa sta accadendo. E ieri, nel confronto alla sede di via Brambilla, i rappresentanti dela Cgil se ne sono andati nel mezzo della discussione. E' successo quando Romolo VIvarelli, area Pd, consigliere di opposizione, ha detto no alla richiesta di ottenere la documentazione relativa a questo appalto:"La legge non ci obbligherebbe a dare gli estremi del contratto. Da parte nostra – ha aggiunto – nessun problema a farlo, ma in questo momento è meglio evitare qualsiasi strumentalizzazione". Apriti cielo. La Cgil se n'è andata indignata.

Domenico Pellegrino, presidente della fondazione Cà d'Industria, ha anche spiegato che le richieste dei sindacati sono impossibili da rispettare: in particolare la revoca di questo appalto e non trasferire il personale delle mense alla ditta che d'ora in poi gestirà le cucine della struttura.

Più informazioni su