CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La sparatoria in piazza a Turate torna in aula per le armi usate

Più informazioni su

Quasi otto anni dopo il delitto di Salvatore Bevacqua, oggi i due imputati condannati dalla Corte di Assise di Como davanti al giudice. Uno sceglie di patteggiare, l'altro decide di andare a processo. Porto abusivo di armi. E’ l’accusa che ha portato questa mattina davanti al Gup di Como Nicoletta Cremona Vincenzo Barbaro e Roberto Spagnuolo, i due imputati condannati per il delitto di Salvatore Bevacqua, barista di Turate “freddato” da un proiettile vagante esploso nella piazza del paese della “bassa” nel luglio del 2002. Un violento scontro tra bande rivali nel quale l'uomo è rimasto ucciso davanti agli occhi atterriti di decine di persone.

Barbaro e Spagnuolo hanno scelto strade differenti: il primo ha deciso di patteggiare una pena in continuazione a due mesi di reclusione (in aggiunta ai 20 anni già rimediati in primo grado per il delitto), Spagnuolo ha scelto di andare a processo: dibattimento a novembre. I due sono tuttora detenuti per il delitto e la successiva condanna rimediata davanti alla Corte di Assise di Como.

Più informazioni su