CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Un delitto passionale e il giudice convalida l’arresto del marito

Più informazioni su

Resta in carcere a Lugano il 32enne accusato di avere ucciso la moglie dopo un litigio in casa. Da lui parziali ammissioni anche se restano ancora tante cose da chiarire. Oggi l'autopsia sul corpo della donna. Delitto passionale. Un litigio violento dopo settimane di problemi. Con Beatrice Sulmoni, 36enne, che avrebbe rivelato a più riprese l'intenzione di andarsene da casa. E così il marito, Marco Siciliano, non ci ha più visto. E dopo una discussione, l'ha colpita al capo facendole perdere i sensi. Poi avrebbe cercato di decapitarla. Da lui, al momento, solo parziali e confuse ammissioni di colpevolezza. Ecco il contesto del delitto di Castel San Pietro, a Mendrisio, con ripercussioni comasche poi perchè il corpo della donna – con un paio di slip ed una maglietta – èstato trovato nel lago di Como a Laglio venerdì scorso.

Il giudice dell'Istruzione e dell'arresto, intanto, ha già sentito in carcere a Lugano – dove è rinchiuso – Siciliano, 32enne, fisioterapista. Ed ha deciso di convalidare l'arresto della polizia cantonale con l'accusa di omicidio intenzionale. La competenza dell'inchiesta ora è tutta ticinese. A Como oggi, ultimo atto lariano della vicenda, l'autopsia sul corpo di Beatrice disposta dalla Procura cittadina.

Più informazioni su