CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Delusione azzurra ai mondiali di Mendrisio: Cunego a mani vuote

Più informazioni su

Niente da fare per il ciclista veronese, grande favorito della vigilia. E' stato marcatissimo ed è giunto ottavo. Successo per l'australiano Evans, arrivato da solo al traguardo. Tifo da stadio: migliaia di appassionati. Che delusione. Anche le le migliaia di tifosi lariani che hanno deciso di andare a Mendrisio a seguire il mondiale di ciclismo professionisti. Non ce l'ha fatta Damiano Cunego, il capitano designato dell'Italia. Ha lottato, ma alla fine è rimasto solo ed ha mancato la zampata vincente. Il veronese, stremato, ha chiuso ottavo, migliore della pattuglia di Ballerini. Ma un piazamento inferiore alle attese. Come pure il resto della nazionale che è rimasta sempre in testa alla corsa. Salvo saltare nel momento decisivo.

Successo – a braccia alzate in solitaria – per l'australiano Cadel Evans, primo titolo iridato per i "canguri". Ha preceduto il russo Alexandr Kolobnev e lo spagnolo Joaquim Rodriguez. Evans si è staccato, con una sparata da campione, sulla salita conclusiva di Novazzano. Nessuno è stato più in grado di riprenderlo. Clima da stadio a Mendrisio grazie anche alla bella giornata di sole: migliaia lungo il tracciato ed entusiasmo alle stelle. Tantissimi i comaschi arrivati con ogni mezzo. Si aspettavano di più da Cunego ed anche dal lariano Paolini che, comunque, la sua parte l'ha fatta con tanta dignità. Poi è mancato nel finale. Mendrisio chiuse questo mondiale con un bilancio super: organizzazione perfetta e migliaia di spettatori.

Più informazioni su