CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Non basta la volontà, il Como stavolta fa “cilecca” al Sinigaglia

Più informazioni su

Non va bene la seconda partita consecutiva tra le mura amiche per la formazione di mister Di Chiara. Il Novara passa per 2-0 e si dimostra super. Incessante incitamento dei tifosi. Le pagelle di Mario Molteni.

Mica è capolista per niente questo Novara, formazione ricca di elementi talentuosi ed esperti venuti in riva al Lario con il preciso obiettivo di portarsi a casa i tre punti. E ce l'hanno fatta vincendo per 2-0. E’ vero anche che siamo all’inizio della stagione e che il gap da colmare non è impossibile ma quest’oggi la differenza si è vista tutta nella sfida del Sinigaglia: da una parte una formazione con grande volontà ma che  deve trovare ancora un proprio gioco ed alcuni giocatori ancora alla ricerca della forma migliore, il Como, e dall’altra undici uomini in arrivo dal Piemonte già coesi tra loro, con le idee e la forza necessarie per scalare la vetta. Parte veloce e senza esitazioni la formazione ospite e all’8’ beneficia di un calcio di rigore per un fallo di Oscar Brevi su Rubino, trattenuta alla maglia ospite. Si presenta al tiro Motta che spiazza Malatesta mettendo la palla alla sinistra del portiere disteso dalla parte opposta. Como in affanno e al 10’ sono ancora i piemontesi a rendersi pericolosi con un tiro mandato alle stelle da Gheller ben posizionato in mezzo all’area azzurra.

I ragazzi di mister Di Chiara cercano di ritrovare il bandolo della matassa impostando palle lunghe all’indirizzo di Guazzo che cerca di addomesticarle a favore di Cozzolino senza riuscire però a rendere pericolosa la manovra. Salvi e Ezio Brevi non riescono a costruire gioco e la partita diventa nervosa, a centrocampo, per un fallo su Franco, si scatena un piccolo parapiglia e vola qualche cartellino giallo. I lariani ci provano con  Franco al 35’ che tenta  la via del gol con un calcio di punizione dal limite sul quale si fa trovare pronto Fontana.Replicano gli ospiti un minuto più tardi con un’incursione aerea di Lisuzzo che, dal centro dell’area grande lariana colpisce con la fronte ed è bravo Malatesta a parare. La ripresa è da shock per il Como, pochi secondi e, complice una difesa lariana ferma, gli ospiti raddoppiano con Rubino che è bravissimo ad arrivare primo su una ribattuta miracolosa di Malatesta su un bolide a colpo sicuro dal limite di Motta. I piemontesi sono padroni del campo e al 3’ Bertani si presenta solo davanti a Malatesta, il portierone azzurro è bravissimo a salvare la propria porta.

Dopo lo smarrimento i ragazzi di mister Di Chiara si buttano in avanti e al 12’ Mbida con un colpo di testa ravvicinato manda la palla a lambire il palo alla sinistra di Fontana fermo a guardare tra i pali. Al 23’ Guazzo finisce a terra in area avversaria e reclama, per la verità con poca veemenza, il calcio di rigore che non viene concesso dal direttore di gara. La girandola delle sostituzioni lariano fornisce maggior sprint alla manovra, Mbida si mette in mostra con alcune belle giocate e tentativi personali alla ricerca della rete, il gioco si velocizza ma il Novara non corre particolari pericoli ed è bravo a tenere sotto controllo il risultato.

LE PAGELLE    di Mario Molteni

MALATESTA:  7 Nonostante le reti subite riesce a mettersi in mostra con un paio di parate miracolose.

MAGGIONI: 5/6 Grande volontà e fiato ma non riesce ad andare oltre.

FRANCO: 6 Meglio della scorsa domenica in particolare sotto l’aspetto fisico. Qualche sgroppata delle sue in fascia mette in difficoltà la difesa piemontese. Cala e diventa nervoso col trascorrere dei minuti e rimedia un cartellino giallo.

BREVI O: 5 Il capitano parte male e commette un fallo in avvio che determina il rigore a favore degli ospiti. In difficoltà il mister lo sostituisce nella ripresa.

RUDI:5/6 Risente della giornata negativa del reparto difensivo.

BREVI E.: 5  Ad un giocatore della sua esperienza si chiede di più. Non prende in mano le redini del gioco azzurro ed è naturale che tutta la squadra ne risenta.

BALLERI: 5 Parte bene in fascia destra ma si spegne presto. Il mister lo chiama fuori nella ripresa..

SALVI: 6 Fa la sua parte ma oggi è difficile trovare appoggi.

GUAZZO: 5 Anche lui ci mette la voglia e il carattere ma non trova la porta avversaria. Cerca l’intesa con Cozzolino ma la strada è ancora lunga.

COZZOLINO: 6/7  Si fa vedere a fasi alterne anche perché spesso deve andarsi a cercare palle giocabili personalmente. Non ci sono dubbi sull’importanza della sua presenza in questo Como. Fondamentale.

KALAMBAY:5 Grande impegno ma risente, come anche altri compagni di squadra, del perso della categoria. Con la sua determinazione siamo certi che saprà riscattarsi e tornare ai livelli della passata stagione.

Più informazioni su