CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como saluta i maestri dell’avanguardia russa con un successo

Più informazioni su

L'esposizione a Villa Olmo, dedicata a Chagall, Kandinsky e Malevich si è conclusa ieri. 77mila visitatori dal 3 aprile. Grande soddisfazione degli organizzatori anche se "Si poteva fare di piu'", secondo Gaddi. Ieri, domenica, si è chiuso il sipario sulla sesta grande mostra di Villa Olmo, dedicata a "Chagall, Kandinsky e Malevic. Maestri dell’avanguardia russa". Ed i dati relativi all'affluenza hanno di certo dato motivo di sorridere agli organizzatori della rassegna. Era partita non senza polemiche, in un momento economicamente difficile, invece dal 3 aprile a ieri, la mostra ha totalizzato oltre 77mila visitatori. Proprio a causa della crisi, si è scelto di evitare la festa in grande stile, che negli ultimi anni ha caratterizzato la giornata conclusiva delle esposizioni a Villa Olmo. Eppure la soddisfazione non è mancata, dato che questa mostra si piazza al terzo posto tra quelle realizzate in città, a pari merito con quella dedicata a Picasso, nel 2005. Detiene ancora il primato Magritte, esposizione del 2006, con 120mila tagliandi staccati. Secondo posto per Klimt e Shiele, la mostra dell'anno scorso. Contando che l'esposizione di quest'anno è stata messa in piedi in un mese soltanto, dopo molte esitazioni ed incertezze, il risultato è stato piu' che soddisfacente.  "Ha vinto la voglia di osare" secondo l'assessore alla cultura del comune, Sergio Gaddi. "La sperimentazione si chiama, in questo caso, Filonov: un artista totalmente sconosciuto in Italia. Una scommessa vera e propria, che è stata vinta al cento per cento. I giudizi più lusinghieri del pubblico infatti sono stati per lui". 

Più informazioni su