CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il viaggio nello spazio, nella mente, on the road: ecco Parolario

Più informazioni su

La rassegna, giunta alla IX edizione, si terrà dal 29 agosto al 13 settembre in piazza Cavour a Como e, quest'anno per la prima volta, anche al Sociale e a Cantu'. Il calendario aggiornato su www.parolario.it Il viaggio: un tema che si presta a molte interpretazioni, quello scelto per il nono appuntamento  dedicato ai libri ed all'incontro con gli autori. Viaggi immaginari ed interiori, quali quelli proposti nella serie di incontri dedicati alla filosofia, e poi reportage, avventure nello spazio nell'anniversario dell'allunaggio ed un'intera generazione on the road, come quella beat. Ma, come sempre, c'è molto di piu' nel fittissimo programma della rassegna che si svolgerà a Como, in piazza Cavour, dal 29 agosto al 13 settembre. Quest'anno, oltre ai luoghi abituali (il salotto cittadino e la biblioteca comunale, sedi delle conversazioni letterarie, dei concerti e delle proiezioni cinematografiche coem sempre) si aggiungono due importanti collaborazioni. La città di Cantu' propone un viaggio parallelo, che alle parole affianca la suggestione forte delle immagini, con mostre ed incontri quali "L'illustrazione ed il viaggio", alla Corte San Rocco, sul tema dei  taccuini di viaggio, tornato attuale, per quanto inaspettato, proprio nell'epoca delle macchine digitali. Ma anche il Teatro Sociale, che mette a disposizione il suo foyer per conferenze ed approfondimenti.
Alla presentazione ufficiale di questa mattina, nel chiostro di Sant'Abbondio, erano presenti, tra gli altri, il Prefetto, il sindaco Stefano Bruni, l'assessore alla cultura Sergio Gaddi ed Alessio Brunialti, entusiasta moderatore. Massimo Zanello, assessore alle culture, identità ed autonomie della Lombardia ha rimarcato che "La cultura è un bene in controtendenza, nell'anno della crisi. E la parola ne è un'espressione imprescindibile. Un tema forse passato in secondo piano negli ultimi anni, ma che va ancora valorizzato il piu' possibile". Anche Mario Colombo, assessore provinciale alla cultura, ha evidenziato che "Parolario permette il contatto diretto tra autori e fruitori. Niente è come tenere un libro tra le mani, nemmeno nell'era di internet".

Più informazioni su