CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Che spettacolo: il Como mette sotto l’Alessandria e può sognare!

Più informazioni su

La prova migliore della stagione e gli azzurri si aggiudica l'andata della finale per la promozione. Doppietta di Facchetti. I ragazzi di mister Di Chiara in grande forma. Sinigaglia tutto azzurro. Pagelle di Molteni.

Che spettacolo!!! Una finale così i tifosi azzurri la sognavano da tempo e i ragazzi in campo hanno dato l’anima per ottenere questa vittoria. Un grande Como che ha messo sotto un’Alessandria che non è stata praticamente mai in gara, stordita dal ritmo degli azzurri che fin dal primo istante si sono lanciati in un pressing asfissiante.Il risultato finale 2 a 1 non racconta la verità e lascia una grande amarezza per come è giunto: al93’ sull’unico tiro in porta da parte dei grigi piemontesi. Non ci voleva quella segnatura di Buelli, la parte azzurra dello stadio si è ammutolita incredula mentre il settore ospiti si è ripreso dopo novanta minuti in assoluto silenzio. La prestazione di Facchetti è sopra le righe e la doppietta mette in evidenza un giocatore umile che tanto ha dato durante la stagione e la standing ovation finale è meritatissima.

I ragazzi di mister Di Chiara non hanno praticamente corso pericoli mentre hanno tenuto in costante apprensione la difesa ospite grazie alla verve di Facchetti e Guazzo. Balleri è apparso in forma smagliante ma tutta la squadra oggi si è mossa all’unisono e nessuno ha steccato. Parte bene il Como pressando immediatamente i piemontesi nella loro metacampo, un tentativo di Balleri al 13’ mette in difficoltà Servili che si salva smanacciando in angolo la palla destinata nel sette. Passano solo pochi minuti e al 19’ è di nuovo Balleri ad impostare la manovra per Facchetti che, proprio al limite dell’area avversaria, si volta improvvisamente e lascia partire un rasoterra imprendibile che buca la porta dei grigi e porta in vantaggio gli azzurri. In mezzo al campo la gara è saldamente nelle mani dei lariani con Ezio Brevi e Salvi che controllano ogni palla che passa da quel settore, in avanti la coppia Facchetti e Guazzo fa faville e tiene in costante apprensione la difesa ospite.

L’avvio della ripresa vede i grigi tentare di portarsi sotto ma gli azzurri, sornioni, sono lì ad aspettare l’attimo propizio e questo arriva al 17’ quando è ancora Facchetti, in grande giornata, a sparare una sventola a mezza altezza che perfora per la seconda volta Servili. I piemontesi cercano di rialzarsi e ci riescono con Buelli solo al 93’ sull’unico vero tiro in porta. Pecca perché nel frattempo è stato il Como ad avere le occasioni migliori con Fofana, subentrato a Guazzo, ma non riesce ad incrementare il risultato. Ora ci attende un ritorno difficile e ma siamo che se il Como giocherà come oggi  sarà molti difficile per l’Alessandria avere la meglio. Per il Como promozione con due risultati su tre: vittoria e pareggio.

LE PAGELLE  di Mario Molteni

 
 

MALATESTA: 7 Bravissimo, sempre pronto ed attento. Nelle uscite è praticamente perfetto. Peccato per la rete al 93’.

BIOSCHI: 6/7 Gioca una partita onesta, concentrato non si fa sorprendere.

ADOBATI :6 Molto bravo quando spinge. In copertura dà certezze al reparto..

BREVI O: 6 Il capitano sente la partita ed è una roccia.

GORETTI:7 Torna a giocare in mezzo alla difesa ed è la sua posizione. Gladiatore.

BREVI E.: 6 L’esperienza che mette in mostra è utile a tutta la squadra. Bene così.

BALLERI::7 Grande. Un primo tempo fantastico, spinge, crea spazi, offre palloni alle punte. 

SALVI:7 A centrocampo è insostituibile. In mezzo è determinante, non permette ai centrocampisti avversari di prendere in mano il gioco. Fondamentale.

GUAZZO: 6/7 Non segna ma va bene lo stesso, si muove  e crea spazi per i compagni.

FACCHETTI: 8 Fantastico, in grandissima forma, corre e segna, cosa si vuole di più? La doppietta resterà nella storia del Como.

KALAMBAY: 7 Grande impegno per tutta la gara, è tosto e lo si vede fin dall’inizio con un paio di sgroppate che mettono in difficoltà gli ospiti. Non molla mai.

Più informazioni su