CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Missione compiuta: il Como in finale ed ora tocca all’Alessandria!

Più informazioni su

Basta lo 0 a 0 per accedere all'atto conclusivo. Gara difensiva da parte della formazione azzurra. Bravissimo Malatesta a salvare in almeno due occasioni la propria rete. Sofferenza fino al 95'. Le pagelle di Mario Molteni.

Non era facile e lo si sapeva, lo 0 a 0 finale è strappato coi denti dai ragazzi di mister Di Chiara. Gli ospiti, dopo un primo tempo non certo brillante, nella ripresa e soprattutto  nel finale hanno stretto d’assedio gli azzurri nella propria area. Che sofferenza arrivare alla qualificazione ma la finale è agguantata e si giocherà contro l’Alessandria che ha messo sotto l’Olbia.Uno spettacolo il numeroso pubblico venuto al  Sinigaglia a sostenere i lariani in questo importantissimo ritorno play off contro il Rodengo. L’annunciata sorpresa della curva è un bandierone biancoazzurro con l’effige di un guerriero a simboleggiare la grinta dei tifosi e dei giocatori in campo. Certo non ci si poteva aspettare una partita in attacco da parte dei ragazzi di mister Di Chiara e il primo tempo se n’è andato con pochissime emozioni, tanto il gioco in mezzo al campo con gli ospiti a tenere a lungo il possesso palla ma senza tiri in porta. L’unica nota di rilievo arriva in pieno recupero quando, su calcio di punizione, il Rodengo  arriva dalle parti di Malatesta con un tiro di Marrazzo.

La ripresa vede gli azzurri più propensi ad affacciarsi nella metacarpo dei bresciani e ci sono due belle iniziative di Salvi dalla distanza. Risponde il Rodengo al 14’ con una sventola di Speranza dal limite dell’area che va alta. La partita si accende e Adorati, dopo una serpentina in area bresciana, mette in mezzo una bella palla che non viene sfruttata dagli attaccanti azzurri. Pochi secondi ed è di nuovo Adorati a far partire un missile che si stampa sul palo alla sinistra di Lamacchia. A questo punto mister Breghin capisce che è il momento di cambiare e opera un paio di sostituzioni che mettono in difficoltà la retroguardia lariana. I bresciani cominciano l’assedio al Como e alzano il ritmo della gara mettendo in difficoltà i ragazzi di mister Di Chiara. E’ bravissimo Malatesta a salvare la propria rete per ben due volte al 37’ quando gli arrivano due missili da distanza ravvicinata. Il portiere lariano è costretto ad una uscita alla disperata poco dopo quando Bonomi lascia sul posto Oscar Brevi e sta per arrivare al tiro. La partita si fa nervosa e cominciano a fioccare le ammonizioni, ben cinque minuti di recupero assegnati dall’arbitro Donati prima di festeggiare la qualificazione.     


Le pagelle   di Mario Molteni
 
 

MALATESTA: 7 Bravissimo, nella ripresa salva il risultato e la qualificazioni con tre interventi decisivi.

MAGGIONI: 6 Gioca una partita onesta copre bene dietro.

FRANCO: 6/7 Molto bravo quando spinge. Una spina nel fianco della difesa ospite.

BREVI O: 6 Il capitano si dimostra all’altezza, conferisce sicurezza a tutto il reparto.

BRIOSCHI:6 Si prende la sufficienza grazie alla volontà messa in mostra.

BREVI E.: 6 Chiude bene in mezzo al campo, a volte ci mette l’esperienza giusta nell’anticipare le mosse degli avversari.

KALAMBAY: 6 Sicuramente non al meglio. Parte bene ma piano piano si spegne..

SALVI:7 In mezzo è determinante, non permette ai centrocampisti avversari di prendere in mano il gioco. Fondamentale.

FOFANA: 6 Partita onesta con grande volontà anche se non riesce a pungere.

FACCHETTI: 6 Nella prima parte si prodiga nel recuperare palloni da servire a Fofana, nella ripresa è in debito di ossigeno e si vede poco.

ADOBATI:6/7 Grande impegno soprattutto nella seconda parte dove è una cerca spesso la conclusione personale. E’ lui che crea le azioni migliori.

Più informazioni su