CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como pronta ad abbracciare Ninni Corda:”Quante emozioni lì…”

Più informazioni su

Domani al Sinigaglia l'ex allenatore azzurro, ora alla guida di un Alghero in difficoltà:"Siamo senza attaccanti ed in emergenza". Poi i ricordi:"Da voi il miglior anno della mia carriera". Troverà un Di Chiara motivatissimo.
"A Como ho vissuto l'anno migliore della mia vita. Professionale, certo, ma anche come uomo. Visto che la mia compagna è rimasta incinta e mi ha poi dato una splendida bambina…". NInni Corda apre il libro dei ricordi. E non nega che il suo ritorno al Sinigaglia (domani, ore 14,30) sarà davero emozionante:"Da farti venire il groppo alla gola…". Ora Corda è alla guida di un Alghero in crisi: ultimo in classifica, ma in rimonta, e senza attaccanti di ruolo per la sfida di domani:"Siamo in inferiorità, ma speriamo di giocarcela – spiega alla vigilia con la solita disponibilità -. Il Como ha elementi forti, una squadra ben preparata. Ma sarà emozionante rimettere il piede allo stadio". Nessun commento al recente esonero di chi ha preso il suo posto in panchina, Corrado Cotta:"Non voglio e non posso giudicare – dice Corda -. Sono cose loro, io posso solo osservare e basta". Nell'Alghero anche altri ex come Sentinelli, Gavazzi e Manzini. Il vice di Corda, Giovanni Scanu, è squalificato e si accomoderà in tribuna.

Alghero in difficoltà, ma Como deciso a ritornare a vincere. I ragazzi di Di Chiara, subentrato martedì a Cotta, cercano il riscatto dopo due ko di fila, l'ultimo – quello di domenica a Varese – davvero pesante. Il tecnico romano ha cercato di capire ruoli e valori dei giocatori a sua disposizione con allenamenti intensi. Oggi la rifinitura ad Orsenigo, poi tutti in ritiro. Nessuna indicazione sulla squadra che vuole mandare in campo: assente Brioschi, per infortunio, e Balleri, all'ultima giornata di squalifica. Gli altri ci sono tutti. Non è escluso che il neo-allenatore possa fare anche scelte impopolare, lasciando fuori qualche giocatore di grido. Potrebbe visto che, all'arrivo, ha detto chiato e tondo che non guarda in faccia a nessuno.

Più informazioni su