CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Avellino è troppo forte e la Ngc rimanda il successo a Cucciago

Più informazioni su

Altra sconfitta dei brianzoli in casa: i campani dell'ex Williams piazzano il break a cavallo fra secondo e terzo tempo. Tourè irriconoscibile, si salva Pinkney. Basket donne A1: la Comense in testa alla classifica.
Niente da fare. L'appuntamento con la vittoria a Cucciago è rimandato di nuovo. La Ngc Cantù è stata superata ieri sera – nel posticipo – anche dall'Air Avellino dell'ex Williams: 61 – 65 il punteggio finale di una sfida intensa anche se con momenti di grande confusione. Ed i padroni di casa sono andati spesso in tilt nel corso della gara. Ad esempio Tourè, davvero irriconoscibile. Ma anche i suoi compagni non lo hanno supportato molto. Si è salvato il solo Pinkney (20 punti). Cantù ha tenuto Avellini nei primi due tempi, poi però i campani – formazione di Eurolega – hanno piazzato il break decisivo a cavallo fra secondo e terzo tempo: un +14 che ha messo in crisi gli uomini di Dalmonte. Che poi hanno anche cercato, nel finale, di reagire e per poco non sono riusciti a colmare il divario. Ma la Ngc di ieri è stata fermata da Avellino in quello che è un suo modo di giocare importante, vale a dire il contropiede. Pochi quelli concessi dagli ospiti. Cantù ha arrancato per larghi tratti di gara, Avellino ha controllato la sfuriata finale e si è portata a casa due punti che gli consentono di restare dietro le tre di testa (Roma, Siena e Virtus Bologna).

Bene, invece, la Comense, anch'essa impegnata nel posticipo del lunedì. Le nerostellate di Montini, con una Slavcheva super (17 punti), hanno superato Napoli con il punteggio di 68 – 61. Terzo successo di fila per le lariane che ora sono al comando della classifica del torneo di basket femminile di A1: erano anni che non succedeva una cosa simile. Grande entusiasmo nel clan nerostellato per la bella prova di ieri. Gara quasi sempre controllata per larghi tratti, poi Napoli si è fatta sotto nel finale. Ultimo minuto devastante per le padrone di casa e distanze ristabilite. Non solo la bulgara sugli scudi, ma ottimo contributo anche da Smith (16 punti) e Hall (con 11).

Più informazioni su