CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“Ha lavorato bene, Donadoni merita di rimanere sulla panchina”

Più informazioni su

Così Roberto Tropenscovino, avvocato e consulente del Ct della Nazionale finito nell'occhio del ciclone dopo l'eliminazione dagli Europei. Stamane era a Como per il processo della strage di Erba. Da Azouz a Roberto Donadoni. Il "dribbling" è di Roberto Tropenscovino, l'avvocato del giovane tunisino rimasto vedovo nella strage di Erba ed anche legale e consulente dell'ancora Ct (ma per poche ore ndr) della nazionale. Tropenscovino, oggi in città per l'ennesima udienza per la strage (vedi precedente lancio), non ha mancato di parlare del suo assistito più noto. E non ha nascosto l'amarezza per come sembrano andare le cose:"Cosa volete che vi dica ? – ha detto ai cronisti che lo interrogavano all'esterno del Tribunale dopo la breve udienza -. Io Donadoni lo lascerei sulla panchina azzurra perchè è bravo ed ha lavorato bene. L'eliminazione ? E' stato solo sfortunato…".

Ma il dado sembra tratto. Il presidente della Figc Abete non vede l'ora di dare al tecnico bergamasco il benservito dopo questo flop:"Credo che il destino sia segnato – ha detto ancora Tropenscovino – anche perchè i margini di manovra mi sembrano minimi. Un peccato. Ma assicuro che Donadoni, se non sarà riconfermato, potrà essere a breve un ottimo allenatore di un club prestigioso italiano". Il legale, poi, tronca anche sulle polemiche sul possibile indennizzo che Donadoni riceverebbe dalla Figc in caso di licenziamento:"Lui dice che non vuole un euro, ma io ritengo che ha lavorato e pertanto gli va riconosciuto un indennizzo. Vedremo, sono cose ancora da valutare…". Per la cronaca, al Ct di Cisano Bergamasco – che spesso fa tappa a casa del suo avvocato a Lecco – dovrebbero andare quasi 600.000 euro per il "siluramento" post Europeo.

Più informazioni su