CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il capitano azzurro non vuole scherzi:”Prima vinciamo, meglio è”

Più informazioni su

Roberto Cau lo vede così il finale di stagione del suo Como dopo l'exploit di domenica a Trento e la sconfitta della Tritium. "Con questa occasione, non possiamo sbagliare proprio ora".

“Possiamo dire che eravamo già felici per il risultato raggiunto soprattutto per il 2-0 acquisito già al primo tempo, era una partita difficile quella contro Trento. Poi la notizia più bella è arrivata a fine partita quando ci hanno detto il risultato della Tritium”. E’ felice il capitano lariano Roberto Cau dopo la vittoria conquistata domenica contro Trento e soprattutto dopo la sconfitta rimediata dai milanesi.

La Caratese via ha dato una mano?

“Sì, infatti. Se penso che ci hanno tolto 4 punti… Ora però ce li hanno restituiti vincendo contro la Tritium. Tutti pensavano che non ce l’avrebbe fatta e invece ci è andata bene”.

Il successo di domenica è arrivato dopo la vittoria della Coppa Italia, sintomo che la squadra è in gran forma?

“Si poteva pensare che avendo vinto la Coppa Italia avremmo perso concentrazione, ma non è stato così. Certo eravamo felici e abbiamo festeggiato, si tratta di un trofeo importante. Però non ci siamo montati la testa, la nostra attenzione è andata subito a questa gara. Siamo stati eccezionali, questo è davvero un gruppo straordinario sotto tutti i punti di vista e che merita tanto. Non è facile giocare bene pur girando in diverse posizioni, ma tutti diamo sempre il massimo in campo”.

Con questi 4 punti di vantaggio come affronterete le ultime due partite?

“Mah, vincendo già domenica matematicamente abbiamo vinto il Campionato. A questo punto prima vinciamo meglio è per noi. Abbiamo due partite, certo non possiamo sbagliare ora”.

Come vedi la prossima trasferta contro Olginatese?

“E’ un avversario che non ti regala niente. La matematica non gli dà la salvezza anche se potrebbe essere abbastanza tranquilla come squadra, o almeno così mi auguro”.

Più informazioni su