CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Bretti salva un Como nervoso dalla figuraccia con la Vallagarina

Più informazioni su

Ancora un suo gran gol, come domenica scorsa. Basta per stendere i modesti trentini e consentire agli azzurri di restare al comando del campionato. Gara complicata dall'espulsione di Farruggia dopo 20 minuti.

Alla fine arriva  la vittoria, ma quanta fatica. Faceva bene mister Corda a predicare concentrazione ai suoi ragazzi. L’ 1 a 0 finale riassume tutta la difficoltà incontrata quest’oggi dagli azzurri nel superare l’ultima in classifica. L’Alta Vallagarina si è dimostrata fin dall’inizio squadra ostica, spesso fallosa, che non ha risparmiato colpi al limite del regolamento e se poi ci metti anche l’espulsione di Farrugia al 21’ tutto diventa più difficile. Como che parte bene e schiaccia nella propria area i trentini ma la prima vera occasione è degli ospiti al 18’ con Amofah che va al tiro dal limite e colpisce in pieno l’incrocio dei pali della porta di Lamanna. I lariani spingono sulle fasce e cercano spazi con Bretti, si vedono scontri e il nervosismo aumenta. Dopo aver ricevuto una scarica di falli, e per la verità già una reazione con una gomitata rifilata ad un avversario, al 21’ arriva l’ espulsione di Farrugia reo di aver dato una testata a Blasco. Gli azzurri stringono d’assedio i rossoblu e colpiscono la traversa con Idda, pochi istanti dopo Demartis impegna in una difficile parata a terra Colombo. I ragazzi di Corda s’innervosiscono e schiacciano il pedale dell’acceleratore, al 27’ grande azione personale di Fuakuputu che fa gridare al gol ma Colombo riesce a salvarsi all’ultimo istante. L’assalto è asfissiante e al 30’ è ancora Demartis a chiamare in causa il portiere avversario con un bolide rasoterra. Si  arriva al 36’ quando è Bretti, di nuovo lui, a dare la svolta alla partita con una gran rete: lancio dalla mediana a Bretti che, in piena area avversaria, stoppa di petto spalle alla porta lascia sul posto un difensore e calcia di collo pieno dopo essersi voltato all’improvviso.

La ripresa vede molto nervosismo da una parte e dall’altra, con le due squadre che si affrontano in mezzo al campo cercando di trovare la via della rete. I ragazzi di mister Corda tengono alta la tensione ben consapevoli dell’importanza della posta in palio e riescono anche a rendersi pericolosi un paio di volte con Bretti, in gran spolvero, ma la palla non ne vuol sapere di entrare nel sacco. Va bene così alla fine i tre punti arrivano e il Como mantiene il primo posto in classifica in attesa delle due trasferte consecutive. Vince bene e non molla la Tritium: 3-0 alla Solbiatese e secondo posto ad un solo punto dagli azzurri. Ottima la Salus Turate, ormai terza in solitaria in classifica: oggi i ragazzi di Galia hanno liquidato il Voghera per 1-0.

 

LE PAGELLE  di Mario Molteni

LAMANNA:6 Giornata tranquilla, bravo quando viene chiamato in causa nella ripresa a salvare la propria rete su un tentativo di Varè.

IDDA: 6/7 Bene, copre e spinge lungo la fascia. Importante nelle percussioni.

ADOBATI: 6 Anche lui in palla, cerca di tanto in tanto la soluzione personale in avanti ma non trova l’appoggio dei compagni.

SENTINELLI: 6 Costretto a  fermarsi indietro dopo l’espulsione di Farrugia, si vede poco ma è essenziale..

RUDI: 6/7 Bene in copertura, rare le volte che si fa vedere in avanti.

BRETTI: 7/8 Migliore in campo, corre, lotta su tutti i palloni e segna pure. In grandissima forma. Cosa chiedergli di più?

DEMARTIS: 5 Forse una delle prestazioni più opache da quando è in maglia azzurra. Troppe volte pecca di egoismo e s’innervosisce per gli errori.

SALVI: 6  Lavoro prezioso in mezzo al campo.

FARRUGIA:4 Così non va; nel momento topico della stagione si fa espellere per una reazione.

CAU: 6/7 Ispira in mezzo al campo, cerca di trovare i tempi giusti per far girare la squadra.

FUAKUPUTU:7 Importante la sua prestazione, fa da solo reparto in avanti.

 

Più informazioni su