CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Dalmonte sicuro:”La conquista dei playoff dipende solo da noi”

Più informazioni su

Così il tecnico della Tisettanta all’indomani del successo casalingo contro la Fortitudo Bologna. “Abbiamo una buona posizione in classifca, ma un calendario davvero difficile”.

Per aspera ad astra. Una vera battaglia lunga 45 minuti quella andata in scena ieri sera al Pianella tra la Tisettanta Cantù e l’Upim Bologna. Una dura prova anche per le coronarie dei tifosi canturini. La vittoria biancoblù è, infatti, arrivata a 2 secondi dalla fine del tempo supplementare con una canestro da sotto di Brown. 89 a 88 il risultato finale. “Con questo successo teniamo accesa e viva la speranza di una corsa verso i playoff. – commenta un raggiante coach Dalmonte -. Una galoppata finale che ci vede in una buona posizione in classifica, ma con davanti un calendario di tremenda difficoltà.” Spareggio doveva essere e spareggio è stato, tant’è che l’Upim si trova in una situazione radicalmente diversa. “Oggi la Fortitudo, oltre che ai suoi risultati, deve guardare anche a quelli degli altri. – prosegue il tecnico biancoblù -. Noi, invece, nonostante le difficoltà delle prossime partite, possiamo costruire il nostro destino con le nostre mani.” Il match di ieri è partito, però, con il piede sbagliato: nel primo quarto i canturini hanno concesso davvero troppi punti agli avversari. “Credo che ci sia stata una nostra colpevole partecipazione ai 31 punti della prima frazione. – spiega Dalmonte -. Ma c’è da registrare anche il merito della Fortitudo che è riuscita a trovare sempre con grande attenzione l’attacco migliore. Nei secondi 20 minuti, poi, la situazione si è ribaltata: abbiamo migliorato la difesa e forse loro hanno perso un po’ di fluidità.”

 

I biancoblù, ieri, hanno dato prova di grande determinazione: non hanno mai gettato la spugna e hanno risalito la china della gara da uno svantaggio che ha toccato anche i 17 punti. “Credo che, rispetto ad inizio stagione, abbiamo avuto dei miglioramenti sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista mentale. – commenta l’allenatore -. Questa crescita è frutto di tutto il tempo che abbiamo vissuto insieme e degli sforzi che ciascun giocatore ha fatto per dare sempre qualcosa in più al gruppo.” Insomma, con la partita di ieri, la Tisettanta ha dimostrato di essere davvero una squadra.

Più informazioni su