CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tempo di festeggiamenti e la Comense brinda con i suoi tifosi

Più informazioni su

Appuntamento questa sera al Palasampietro di Casnate per un incontro tra supporters e giocatrici. Il presidente Pennestrì:"Prematuro dire qualcosa sul futuro: ne parliamo tra qualche giorno".

C’è di che festeggiare in casa nerostellata dopo i fuochi d’artificio di domenica scorsa a Casnate. La Comense è ancora in serie A1, grazie all’esaltante vittoria contro la Gescom Viterbo dell’ultima giornata di campionato. Non nasconde la sua gioia il preseidente Antonio Pennestrì ai micorfoni di CiaoComoRadio. “Sono molto soddisfatto perché con tutti gli infortuni che abbiamo avuto nel corso della stagione abbiamo corso il serio rischio di dover disputare i playout che sarebbero stati davvero una roulette. Invece siamo riusciti a conquistare la salvezza diretta con una gara strepitosa e con un’affluenza di tifosi e di pubblico che davvero ci ha ripagato di tutti i sacrifici e le paure che abbiamo avuto nel corso del campionato.”

Cosa le è piaciuto di più della gara di domenica scorsa?

“Innanzitutto le ragazze che hanno giocato in maniera stupenda, interpretando al meglio la gara: hanno giocato la partita più bella del campionato. Poi il pubblico per come si è comportato, per l’affluenza, per il calore e per il tifo. Infine devo sottolineare anche la correttezza in campo: nonostante si trattasse di un match ad alto contenuto emotivo, in pratica un’eliminazione diretta, entrambe le formazioni si sono comportate in maniera ineccepibile. È stata, infatti, una gara molto breve: il cronometro è stato fermato poche volte per falli. Credo che questo debba essere un insegnamento per tutto lo sport in generale: agonismo e correttezza ad altissimi livelli.”

Ora si inizia a guardare al futuro: quali sono i programmi?

“Intanto questa sera (ore 20,30 ndr) al Palasampietro festeggeremo con i tifosi. Ci sarà un rinfresco al quale sono invitati tutti. Una festa molto amichevole, durante la quale il pubblico potrà salutare le giocatrici. Non posso dire nulla riguardo al futuro della squadra, perché se c’è qualche ragazza – come sarà – che dovrà andarsene, vorrei che non lo sapesse subito. Cerchiamo di fare una festa serena, poi ci saluteremo. Potrò essere più preciso la settimana prossima.”

Più informazioni su