CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Oggi il Como non sbaglia: Salò in ginocchio, primato confermato

Più informazioni su

Gli azzurri liquidano con autorità i bresciani apparsi sottotono: in rete Fuakuputu e capitan Cau. Avversari mai insidiosi. La Tritium non molla. Grande la Salus di Galia. Le pagelle di Mario Molteni.

Un due a zero secco, una vittoria mai in discussione nonostante aver giocato per quasi tutta la gara con un uomo in meno vista l’espulsione per doppia ammonizione di Rudi. Un Como deciso a far propria l’intera posta fin dal primo istante, alla ricerca del gol pressando gli avversari in ogni parte del campo al punto di metterli alle corde e non farli ragionare. Il Salò visto quest’oggi al Sinigaglia non è la squadra che ha 45 punti in classifica: i ragazzi di mister Crotti sono apparsi sotto tono, al pu nto di commettere errori anche sulle palle più semplici, anche con un uomo in più non sono mai stati pericolosi. Il Como ha meritato la vittoria e forse, dal punto di vista numerico, gli sta pure stretto il due a zero, ma va bene così . La prima occasione arriva al 20’ quando Demartis getta alle stelle un’occasione d’oro a pochi metri dalla linea di porta avversaria:il cross proveniente dalla sinistra attraversa incredibilmente tutta l’area degli ospiti  dopo alcuni lisci dei difensori e diventa il miglior assist per l’esterno di Corda che si coordina e colpisce di collo pieno ma la mira è alta. Como assoluto padrone del gioco, trascorrono pochi minuti e i lariani improvvisamente restano in dieci in quanto Rudi, reo di un fallo sulla trequarti giudicato volontario dal direttore di gara, si prende il secondo giallo e finisce anzitempo negli spogliatoi.

I lariani sono padroni del campo  e pressano gli avversari su tutte le palle, cercano di imbastire azioni sulle fasce dove Demartis cerca di saltare l’uomo per mettere in mezzo e si arriva al 29’ quando Farrugia si avvita  in piena  area avversaria, raccogliendo un invito proprio  di Demartis, e colpisce la palla di testa indirizzandola sotto la traversa ma Menegon è bravo a smanacciare in angolo. La grinta e il pressing azzurro continuano e non si nota l’inferiorità numerica azzurra  e al 43’ un missile di Manzini sfiora la traversa. Un minuto più tardi arriva lo splendido gol di Fuakuputu bravo a raccogliere un assist in area avversaria, controllare la sfera spalle alla porta e con una girata improvvisa lasciare di stucco Menegon. In avvio di ripresa mister Corda richiama Farrugia e inserisce Bretti con il chiaro intendimento di coprirsi in mezzo al campo. Il raddoppio arriva al 10’ con una stoccata rasoterra di Cau bravo a raccogliere un rinvio corto della difesa ospite e a trovare il pertugio giusto in mezzo ad una miriade di gambe, il povero Menegon raccoglie la palla quando ha già oltrepassato la linea di porta. La gara cala sensibilmente con i padroni di casa pensano a portare a casa i tre punti senza rischiare e con il Salò che non riesce a sfruttare l’uomo in più. Di occasioni non se ne vedono e il pensiero è già alla prossima sfida con la Colognese tra sette giorni dove non si potrà fallire. La Tritium, intanto, non miolla: secco 3-0 in casa contro la Base 96 Seveso, stesso risultato per la lanciata Salus Turate di Galia alla Caratese: ora i comaschi sono terzi in classifica dietro al duo di testa. Traguardo sensazionale.

LE PAGELLE   di Mario Molteni
 

LAMANNA: 6 Domenica senza problemi, non è mai stato chiamato in causa.

IDDA: 6 Onesta partita la sua, dopo qualche problemino iniziale si rinfranca col passare dei minuti.

GAVAZZI: 6 Non è la sua posizione consuete, parte col freno a mano tirato poi cresce.

SENTINELLI: 6/7 Quest’oggi il gladiatore si limita a difendere, vista anche l’inferiorità numerica difensiva azzurra.

RUDI:  5 Nervoso fin dall’inizio, si becca due gialli nei primi venti minuti e va a farsi la doccia anzitempo.

MANZINI: 6 Meglio altre volte, parte con qualche imprecisione di troppo, si mangia un gol che sembra già fatto, poi si limita all’ordinario.

DEMARTIS: 6/7 E’ lui l’uomo assist, qualche volta va fuori misura ma è sempre importante nell’ultimo tocco.

RAIS: 6 Diciamo che si sacrifica sulla linea dei difensori dopo l’espulsione di Rudi e va bene così.

FARRUGIA: 6 Cerca spesso il fallo, prova a bucare la porta avversaria con un colpo di testa ma non ci riesce, peccato.

CAU: 6 Quest’oggi il mister lo fa partire in mezzo e la manovra ne trae immediato beneficio, col passare dei minuti svaria anche lungo la fascia e cerca di mettere palle in mezzo. Bravo a trovare la rete del raddoppio che chiude la partita.

FUAKUPUTU: 7 Un gran gol in girata, classe e tecnica non gli mancano. Fondamentale.

BRETTI: 6/ 7Quando entra gioca con calma e eleganza

Più informazioni su