CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como e Tritium si sorpassano ancora: adesso comandano loro!

Più informazioni su

Per la terza settimana consecutiva, le due formazioni di vertice della serie D si alternano in vetta. Oggi azzurri bloccati in casa sul pari dal Boario e Corda di nuovo espulso. I milanesi vincono di misura e sono primi.
Neppure a farlo apposta sarebbe stato così avvincente. Il torneo di serie D riserva un altro sorpasso in vetta: il Como, bloccato in casa (2-2) dal Darfo Boario, è stato superato per l'ennesima volta dalla Tritium, stasera di nuovo capolista solitaria con 56 punti. Azzurri staccati di una lunghezza (a 55). Sempre più convincente la Salus Turate di Roberto Galia che ha liquidato 3-2 il Borgomanero in una gara dominata nel primo tempo (chiuso in vantaggio di tre reti con i gol di Anzano, Sehic e Damiano). Un torneo equilibrato e destinato a risolversi solo all'ultimo visto che anche oggi il Como non è andato oltre il pareggio contro i bresciani. Ed ha pure rischiato di capitolare: rete decisiva di Basilico a pochi minuti dalla fine.

Primo tempo senza grosse emozioni. Succede tutto nella ripresa. Dopo 5 minuti è Prandini a portare in vantaggio il Darfo. Il Como si scyuote e trova quasi subito il pari con il giovane difensore Fabio Adobati, anche oggi messo in campo dall'inizio da mister Corda. Poi arriva la solita espulsione del tecnico lariano: l'arbitro vede confusione nella panchina azzurra e caccia Corda. Rabbia ed indignazione del Como che, con una nota ufficiale sul sito, parla di "autentico capro espiatorio". Salterà sicuramente la gara di sabato a Voghera.

Boario di nuovo in vantaggio al 75 con il neo-entrato Odelli. Tutto in salita per il Como che riesce a trovare il pari a 5 minuti dalla fine con Basilico che si conferma in ottimo momento di forma. Un punto solo, mentre la Tritium ha superato in casa la modesta Alta Vallagarina di misura (1-0). Ma tanto basta per balzare in testa alla classifica di nuovo. Con Corda ed il club lariano che grida allo scandalo per l'ennesima espulsione rimediata dal'allenatore.

Più informazioni su