CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ecco il segreto della Tisettanta:””Concentrazione e disponibilità”

Più informazioni su

Così coach Dalmonte all’indomani del “Pino Day": una gara che, oltre alla commozione nel rivedere Sacripanti di nuovo a Cantù, ha regalato ai brianzoli anche una meritata vittoria.

Nonostante le emozioni del prepartita, durante il quale il Pianella ha abbracciato l’indimenticato coach canturino Stefano Sacripanti, Cantù non ha concesso sconti alla Scavolini Spar Pesaro. I biancoblù sono entrati in campo concentrati e hanno costruito la vittoria passo dopo passo nell’arco della partita (83-80). “I punti chiave del match sono stati l’attenzione che i giocatori hanno messo in campo e il modo corale di affrontare la gara, ma soprattutto la disponibilità di ognuno nei confronti della squadra. – così coach Luca Dalmonte ai microfoni di CiaoComoRadio -. Mi riferisco anche agli atleti che avrebbero potuto prendersi più tiri, ma che in molti casi, ieri, hanno rinunciato a puntare al canestro per agevolare il tiro ai compagni. Le guardie, soprattutto nei primi venti minuti, hanno permesso a Francis e Cukinas di essere i migliori realizzatori della nostra squadra.” Una situazione un po’ anomala per Cantù, che generalmente punta sul gioco dei piccoli.“Puntiamo sicuramente sui piccoli in modo da provocare anche la produttività dei lunghi. Sostengo che la qualità dei perimetrali si riversa nei lunghi, credo che avere degli esterni pericolosi obblighi le difese avversarie a doversi preoccupare oltremodo della pericolosità perimetrale, liberando, così, spazi e tempi per i lunghi.”Ieri Brown ha dato buona prova in difesa, ma ha segnato solo 2 punti. Forse sente un po’ la pressione casalinga?“Credo che la cosa importante è che sia presente. Giustamente è importante sottolineare la sua prestazione difensiva. Bisogna avere sempre una via di mezzo nel giudicare le cose. Sicuramente, a livello offensivo, la produzione di Teramo era stata molto più consistente. Il punto principale è che ieri Denham era presente, a differenza di quanto accaduto in altre partite. Da parte mia, continuo a valorizzare gli aspetti positivi, a lavorarci insieme e a credere in lui.”Come sta Fitch che ha abbandonato il campo per l’infortunio alla mano?“Credo che con un paio di giorni di riposo sarà pronto per la prossima partita. È uno strascico dell’infortunio che ha subìto la settimana prima della partita a Teramo, una contusione al pollice. Essendo un problema tendineo è sempre a rischio di un colpo maldestro in partita e in allenamento: ogni ricezione della palla, ogni contatto con la mano provocano dolore.”

Più informazioni su