CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La domenica delle emozioni: tornano Sacripanti e la Paparazzo

Più informazioni su

Partite speciali oggi per la Tisettanta Cantù e la Comense. In Brianza l'ex del coach che ha fatto la storia del club. Dalmonte:"Massimo rispetto, è stato un grande". A Casnate la "nemica" sarà la storica capitana.

Ancora poche ore al “P Day”. Così coach Luca Dalmonte ha definito la partita di questo pomeriggio che segnerà il ritorno di Pino Sacripanti a Cantù (ore 18,15 a Cucciago). La Tisettanta si prepara, infatti, ad accogliere la Scavolini Pesaro, allenata dall’indimenticato tecnico canturino. “Sarà una giornata particolare – esordisce Dalmonte – perché ci sarà il ritorno del più atteso protagonista della recente storia di Cantù. Ho scelto il termine storia non a caso, perché si tratta di un personaggio di altissimo livello. Il ritorno di un canturino nella sua Cantù, di cui è stato re per sette anni consecutivi, è un avvenimento unico. Tanto più perché si tratta di un allenatore nato e cresciuto nel contesto canturino. Oltre all’aspetto emotivo c’è anche una partita che ci vede di fronte ad una squadra che sul singolo match è in grado di vincere contro chiunque, come ha dimostrato in Coppa Italia (battendo Siena ai quarti di finale per 78 a 77, ndr). È un insieme di cose che rende la domenica assolutamente particolare.”

Che squadra è Pesaro?

“È una compagine che ha una panchina molto lunga, dotata di giocatori di grande esperienza e di altissimo livello. Anche se partono da riserve non sono certo secondi ai titolari. La qualità della squadra è estesa a tutti e nove i giocatori. Sarà una partita difficile, di fronte alla quale cercheremo di fare del nostro meglio.”

Quale dovrebbe essere il punto fondamentale per vincere?

“Dovremo sicuramente rientrare in difesa molto velocemente e avere la capacità immediata di accoppiarci perché Pesaro, oltre che correre, gioca subito e tantissimo gli uno contro uno. Questi sono i loro punti di forza che dovremo assolutamente controllare e limitare".

NOn solo Sacripanti a Cantù. In una domenica speciale, ecco anche – quasi come uno scherzo del destino – l'atteso ritorno da "nemica" al Palasampietro di Elena Paparazzo. La ex capitana della Comense, ora a Parma, avrà il magone questo pomeriggio quando metterà per la prima volta il piede sul parquet che l'ha vista giocare, vincere e soffrire per oltre 10 anni. Si gioca alle 18. Nerostellate alla caccia di punti utili per mettersi al riparo da brutte sorprese, Parma mina vagante e con una Paparazzo emozionatissima. Ma coach Ricchini avverte le sue ragazze:"Ci servono come il pane i due punti". Comense in serie negativa da qualche domenica, ora è stata "risucchiata" nella zona bassa della classifica.

Più informazioni su