CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Grande rally, ma con un’ombra: chiodi in strada messi apposta ?

Più informazioni su

Renato Travaglia, il campione europeo che ha chiuso secondo la manifestazione lariana, non nasconde l'amarezza per l'episodio che lo ha visto penalizzato:"Mah, diciamo che è una foratura sospetta…". La rabbia è grande anche se trattanuta con notevole signorilità. Ma c'è spazio per una considerazione amara dopo aver perso un rally – quello di Como concluso ieri sera in piazza Cavour (vedi precedenti lanci) – per appena 7 secondi dopo 157 chilometri tiratissimi. Renato Travaglia, campione europeo in carica, non nasconde l'amarezza di questo risultato dopo una furiosa rimonta. Costretti, ieri, a rimontare oltre 1 minuto per avere perso tanto terreno venerdì pomeriggio alla terza speciale, quella della Val Cavargna. Una foratura lo ha rallentato notevolmente nella parte finale della prova. "Gomma distrutta – spiega – e un minuto e mezzo perso. Diciamo che è stato un episodio sospetto secondo me. Nel senso che forse qualcuno ci ha messo i chiodi in strada appositamente al passaggio..". Prima di lui, stesso punto o quasi, aveva forato anche Corado Fontana. A lui, vincitore lo scorso anno, era andata ancora peggio: oltre 5 minuti in strada per cambiare la gomma forata ed addio gara.

Un solo neo (per il resto nessun problema organizzativo) per questa edizione della manifestazione, diventata prova conclusiva del campionato italiano. Un grandissimo rally, con pubblico rispettoso e corretto anche se numeroso come non mai. Gli organizzatori esultano e puntano a ripetere la stessa cos atra un anno:"Ci speriamo, crediamo di avere superato l'esame alla grande", così un raggiante Enrico Gelpi, presidente Aci e comitato organizzatore.

Più informazioni su