CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Fontana e Travaglia traditi dalle gomme, Gianfico guida a sorpresa

Più informazioni su

Queste le prime sentenze della tappa inaugurale del rally di Como numero 26. Già molta gente sui tornanti della Civiglio nonostante il freddo. Carlo Galli non delude mai: è secondo. Re in crisi, Silva costretto al ritiro. Sorprese a getto continuo. Il rally di Como numero 26 riserva tanti colpi di scena in un pomeriggio molto combattuto. Dopo le prime due speciali di giornata vinte da uno scatenato Renato Travaglia, nel pomeriggio tutto è cambiato. Fin dalla terza prova in programma, quella della Val Cavargna. Corrado Fontana con la Punto Super 2.000 ha forato ed ha perso oltre 5 minuti: rally addio per lui. E' tornato in gara, ma con un gap impossibile da colmare. Ha forato anche Travaglia, solo che lui ha perso 1.19". Da qul momento in poi, per lui, gara in salita e senza alcuna "speciale" vinta. La terza, quella della val Cavargna – forse la più impegnativa – se l'è aggiudicata il toscano Cavallini, le altre due il napoletano Fabio Gianfico con la Mitsubishi Evo numero 5.

Ed è proprio lui, il partenopeo volante, a comandare la classifica dopo le prime cinque prove del rally. Vantaggio di 23" su Carlo galli, stessa auto e la passione di sempre anche se gli anni passano. Ma il pilota di Piano Rancio è sempre lì tra i primi. Oggi è stato regolare ovunque anche se non ha mai messo la sua Evo davanti a tutti. Tertzo il genovese Torlasco a 53". Quinto Travaglia a 1'12", poi Cantamessa a 1'13". Settimo un Felice Re, con la Punto, che non ha ancora trovato feeling con la vettura. Fontana è staccato di oltre 5 minuti. Corre per fare spettacolo e per cercare di vincere il più possibile le speciali. Fuori guioco il canzese Marco Silva: costretto al ritiro dopo la terza prova.

Già tanta gente è a Civiglio dove in serata (dalle 20,30) si corre l'ultima speciale di giornata. Tornanti con numerosi appassionati nonostante il freddo. Questa breve prova (neppure quattro chilometri) da sempre ha un fascino tutto suo. Sia perchè è ad un passo da Como, sia perchè presenta punti di rara suggestione e bellezza.

Più informazioni su