CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Niente regali da Sacripanti, a Pesaro arriva il primo stop esterno

Più informazioni su

I canturini, trascinati da Wood e Brown, non riescono mai a mettere il naso davanti ai padroni di casa. Emozioni e brividi per l'ex coach, accolto con una ovazione dai tifosi brianzoli. Nel secondo quarto il break decisivo. Sacripanti non fa regali. E la Tisettanta Cantù incassa la prima sconfitta esterna della sua stagione: 84 – 74 il punteggio finale di una partita che ha visto la Scavolini Spar Pesaro sempre avanti. Partenza bruciante degli uomini del "Pino", accolto con una ovazione dai tifosi di Cantù arrivato fino nelle marche: segno che il suo ricordo è ancora vivo ed importante. Emozione e brividi per lui che, però, ha cercato di pilotare la sua squadra al successo. E lo ha fato in modo limpido e netto. Primo tempo condotto sempre da Myers e compagni, il break decisivo nella seconda frazione quando la gara è stata anche interrotta per un problema all'impianto elettrico del palazzetto. Si riparte e Pesaro è davanti per 41 – 26.

Meglio Cantù nella terza frazione. All'inizio, trascinata da un ispirato Wood (alla fine per lui 25 punti), piazza un break notevole: 0-9. La Tisettanta insiste e si fa sotto minacciosa fino a -3. Bene anche Francis e Mc Grath, mentre Mazzarino non è stato inciviso come al solito (solo 4 punti nel suo score). Ultima frazione ancora con un botta e risposta da entrambe le parti. Cantù accorcia e Pesaro torna avanti. Dalmonte le prova tutte, ma stavolta il colpo esterno non riesce. E Sacripanti porta a casa due punti dei quali, in cuor suo, avrebbe fatto volentieri a meno.

Più informazioni su