CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Libri e grandi scrittori a Como, Parolario fa un altro passo in avanti

Più informazioni su

Presentata oggi l'edizione numero sette della manifestazione che avrà il suo "clou" Piazza Cavour. Due settimane di incontri, dibattiti e conversazioni. Nomi di spicco nel cartellone. Ecco il dettaglio.

Di tutto e di più. L’edizione numero sette di “Parolario” – presentata oggi dagli organizzatori alla biblioteca di Como – si presenta ricca di scrittori, incontri ed avvenimenti. Due settimane (da sabato prossimo, 25 agosto al 9 settembre) dove piazza Cavour, il salotto della città, diventerà un vivacissimo caffè letterario. Libri e non solo: anche cultura, cinema, fotografia e gastronomia. Quest’anno c’è davvero di tutto. E si punta – lo hanno detto gli organizzatori oggi alla presentazione – a superare quota 150.000 presenze di un anno fa, il massimo finora mai raggiunto.

   

L’obiettivo è quello di offrire agli appassionati di libri comaschi e ticinesi la possibilità di incontrare direttamente – in conferenze, dibattiti, conversazioni varie – personaggi conosciuti e meno. Ben sette i percorsi realizzati per questa edizione, tutti con ingresso libero.

Nomi di prestigio, dicevamo, tra coloro che interverranno a Parolario. Dal vescovo Coletti – in una conversazione tra natura e creatura – alla giallista cinese Qiu Xiaolong, da Gianni Mura a Claudio Sabelli Fioretti, da Antonio Caprarica alla giornalista Mediaset Ilaria Cavo.

   Due le novità più significative di Parolario 2007: lo spazio dedicato a gastronomia e cultura del vino e del cibo, tema che farà da filo conduttore a tutta la manifestazione con aperitivi, incontri e la creazione di una piccola biblioteca gastronomica. Poi il “Libro solidale” dello scrittore lariano Andrea Vitali: cinque racconti sotto il titolo “Sua eccellenza gradì il rosolio ed altre storie”. Tremila copie in vendita a 12 euro l’una. L’intero ricavato sarà devoluto a tre associazioni comasche: Mosaico 2000, Il Sole ed i bambini di Ornella.

Più informazioni su