CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Corda, ma che atto d’amore:”Ho rinunciato a tutto per il Como”

Più informazioni su

Il nuovo allenatore della formazione azzurra si è presentato così questa mattina allo stadio Sinigaglia. Farà anche il direttore sportivo:"Voglio gente con tanta fame…". Angiuoni:"Con lui per risalire fino alla C1". Giovane, ma ambizioso. Determinato, voglioso di tornare subito in panchina dopo avere "pilotato" il Tempio dalla D alla C2. Promozione secca senza passare dai play-off. Da questa mattina è il nuovo allenatore del Como. Contratto annuale e presentazione allo stadio Sinigaglia con il presidente Angiuoni a "coccolarlo" di fronte ai giornalisti. Ninni Corda, 33 anni di Nuoro, si è presentato con idee chiarissime. "Non farò solo l'allenatore, ma in parte anche il direttore sportivo. Cosa che ho già fatto un anno fa a Tempio ed i risultati mi hanno dato ragione". Poi la ricetta per il Como del futuro:"Voglio una squadra motivata e con giocatori che hanno "fame". Lavoro e sacrificio per la maglia, solo così potremo risalire il più in fretta possibile". Poi Corda, che sta seguendo il corso di Coverciano per il patentino da tecnico professionista, si è sbilanciato in un atto di amore grande grande per la sua nuova società:"Certo – ha spiegato – avrei potuto restare a Tempio. Ho ricevuto offerte anche da società di C1. Ho rifiutato ogni cosa di fronte alla prospettiva di venire ad allenare qui. Il Como, con tutto il rispetto di questo paragone, è un pò come la Juventus. Ha fascino anche se è in una categoria inferiore".

Da settimana prossima lui ed i dirigenti perfezioneranno la squadra. Qualche giocatore lo seguirà dal Tempio, altri arriveranno da altre formazioni. La soddisfazione del presidente Enzo Angiuoni, unico presente visto che i soci Di Bari e Rivetti (accordo perfezionato ndr) erano impegnati per lavoro altrove, è evidente. "Abbiamo scelto Corda perchè è giovane, valido ed ha ambizioni. Con lui abbiamo un progetto: quello di risalire il più in fretta possibile in C1". Intanto, da quanto si è appreso, nessuna novità per un eventuale ripescaggio in C2. Al momento, dunque, si ragione come serie D a tutti gli effetti.

Più informazioni su