CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Un Como carico vola a Tempio, una gara che vale una stagione

Più informazioni su

Lo rassicura il Team Manager Mascetti alla vigilia della partenza per la Sardegna: domani il faccia a faccia con la formazione già promossa in C2. "La squadra è pronta, partita decisiva". A casa Placida. Gavazzi e Sgrò.

Ieri l’ultimo allenamento, oggi breve rifinitura e quindi, alle 13.00, l’aereo per la Sardegna. Una partita che vale l’intero campionato quella in programma domani per il Como di mister Ramella. Gli azzurri scenderanno in campo contro la corazzata Tempio, già promossa, matematicamente, in serie C2. Il Como invece deve sudarsi tre punti utili che aumentino le possibilità di accesso ai play-off. Avendo giocato 2 partite nel giro di pochi giorni – spiega il team manager Mascetti –  l'allenamento di ieri è stato improntato esclusivamente su un leggero lavoro fisico. Qundi la tradizionale  una partitella in cui abbiamo provato gli schemi”. Con prudenza però… “A livello tecnico e tattico sempre comunque con la massima attenzione – sottolienea il dirigente –  visto che c'era il rischio di farsi male. Preparazione quindi abbastanza soft, ma attenta, perchè la partita di domani è decisiva.” Situazione infermeria? Purtroppo Placida è ancora fermo. Gavazzi invece ha una piccola contrattura muscolare, quindi entrambi rimarranno a Como. Sicura è la presenza di Maiolo che non era stato presente nè convocato mercoledì. Quindi si partirà con 19 giocatori. Deciderà il mister quale giocatore e formazione mettere in campo. Non ci sarà neppure Sgrò, squalificato. Com'è il morale alla vigilia di una partita tanto importante? E’ alto. Nonostante il pareggio di mercoledì i ragazzi sono carichi. Sapevano infatti che la Colognese non era una squadra facile da affrontare anche perchè si trova in una situazione di classifica molto vicina alla nostra. Non ci siamo scoraggiati dopo il pareggio, anche perche c'è la consapevolezza di avere tentato il tutto per tutto per vincere la partita, in base alle nostre possibilità. Non era il risultato che ci aspettavamo, però lo accettiamo. Ci sono ancora due partite che dobbiamo vincere giocando con la stessa convinzione e voglia di far bene come nei precedenti incontri.

Più informazioni su