CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Senza tifosi e lontano da casa. Il Como cerca di rialzare la testa

Più informazioni su

La formazione azzurra in campo oggi alle 15 a Casale Monferrato. Obiettivo dimenticare il ko di domenica a Solbiate. Ma Ramella ha ancora tanti problemi di formazione. Tanti scontri diretti in giornata.

Dimenticare Solbiate, la brutta sconfitta e le intemperanze dei tifosi. Il Como riparte dal campo neutro di Casale Monferrato – oggi alle 15 per il cambio di ora – e cerca di leccarsi le recenti ferite. Trova un avversario ostico come il Fanfulla dell’esperto Maspero. Como alla ricerca anche del gol smarrito da ormai sei partite esatte e che nelle ultime tre, con Ramella in panchina, non è andata oltre due modesti 0-0 ed il ko di domenica a Solbiate che ha fatto scatenare l’ira degli pseudo – tifosi lariani.

Oggi si gioca a porte chiuse per la prima delle due giornate di squalifica e senza tifosi decise dal giudice sportivo. Ed il mister si augura che questa condizione, davvero poco edificante per un giocatore, possa servire a dare la svolta ai suoi tanti giovani, ultimamente troppo bloccati dalla paura di sbagliare in campo. A Casale potranno entrare solo giocatori e dirigenti. Una trentina di persone in tutto per squadra, oltre ai giornalisti. Sembrerà un allenamento, in realtà è partita che conta molto per il futuro. Gli azzurri devono recuperare il terreno perso nelle ultime giornate, ma per Ramella ancora grossi problemi di formazione (assenti sicuri Terraneo, Bernardi, Franchetto e Castelnuovo) e con Gruttadauria in forse in difesa. Rientra Maiolo in avanti, ma il tecnico deve rinunciare ancora agli squalificati Placida e Sgrò

Le altre partite della giornata vedono molti scontri diretti: la capolista Tempio riceve la Colognese, l’Olginatese l’Uso Caravaggio, il Merate la Solbiatese e l’Alghero il Seregno. Gara casalinga anche per la sopresa Salus Turate che attende la visita dell’Arzachena.

Più informazioni su