CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tifosi, la rabbia di Ramella: “Prima del calcio c’è la persona”

Più informazioni su

Dopo la sconfitta di ieri contro la Solbiatese alcuni supporters hanno tentato di irrompere negli spogliatoi. Momenti di vera tensione. Il tecnico azzurro: "Ci vuole rispetto, in tanti anni di calcio mai visto una cosa del genere". La società verso l'addio? "Così non si fa. Prima del tifo, del gioco e di ogni cosa c'è l'essere umano che deve essere rispettato". Così il tecnico lariano Ramella dopo le tensioni di ieri alla fine della partita persa dal Como contro la Solbiatese. Proprio nel giorno in cui c'era poco da contestare, squadra dimezzata da infortuni e squalifiche, i tifosi si sono scatenati tentando di irrompere negli spogliatoio. "Uno aveva addirittura un pezzo di legno in mano e ha tentato di aggredire un giocatore" spiega il tecnico. Solo l'intervento delle forze dell'ordine, forse un po' tardivo, ha scongiurato situazioni peggiori. "Ci siamo barricati dentro – aggiunge Ramella – e così gli arbitri. Ma queste cose non si fanno, in nome di niente e nessuno. Sono la rovina del calcio".
Intanto dopo questi episodi indiscrezioni vogliono per probabile un addio da parte della presidenza azzurra. Angiuni e Di Bari potrebbero lasciare ma in questo senso nessuna conferma è arrivata.

Più informazioni su