CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Ed Angiuoni cambia ancora: via da Orsenigo e nuovo allenatore

Più informazioni su

Il presidente del Como a ruota libera oggi alla presentazione di Ernesto Ramella: prende il posto di Parolini che resta nel settore giovanile. A breve previsto il trasferimento in un nuovo centro sportivo. "Mamma mia, adesso mi diranno che sono un mangia-allenatori…". Sorride Enzo Angiuoni nel parcheggio del centro sportivo di Orsenigo. Sorride ed accoglie i giornalisti: oggi è il giorno della presentazione del nuovo allenatore, colui al quale il Como si aggrappa ora per riuscire a finire bene la stagione ed essere pronto per i play-off che daranno la possibilità di salire in C2. Come annunciato in precedenza, il numero uno lariano ha deciso di esonerare Maurizio Parolini facendo spazio ad Ernesto Ramella, un esperienza al Legnano e due anni in serie A in Messico. Da poco è tornato dall'Australia dove ha preso parte al progetto di una scuola calcio del Milan con Icardi e Massaro. Oggi era già ad Orsenigo in tuta e con tanta voglia di fare bene.

"Ho accettato con entusiasmo – ha spiegato il neo mister -. Perchè Como è un posto speciale, dove ho sempre voluto andare. Il presidente vuole la promozione ? Lo so. A lui ed ai tifosi garantisco solo una cosa: impegno, serietà e tanto lavoro. Adesso non staimo tanto a fare conti o calcoli: cerchiamo di fare il meglio possibile, poi a fine stagione tireremo le somme. E chissà che magari il Signore non ci possa dare una mano. Mai dire mai…". Simpatico, diretto, motivatore. "Sono qui per dare la carica alla squadra, il problema credo sia psicologico". Tutti a rapporto da lui per qualche minuto, poi in campo a dirigere il primo allenamento. Ed a passargli il testimone è stato proprio Parolini che da oggi è tornato ad occuparsi di giovani. I due hanno parlato a lungo, in mezzo al campo, prima dell'inizio della seduta di allenamento.

Il presidente Angiuoni ha anche svelato cose importanti per l'immediato futuro:"Indipendentemente da come finirà questa stagione – ha assicurato il numero uno – io non lascerò Como. E con me resterà anche il socio Di Bari. Come mai questa scelta ? Perchè abbiamo un progetto importante da sviluppare e portare avanti. E prevede il trasferimento, dalla prossima stagione, in un nuovo centro sportivo. Questo significa che lasceremo Orsenigo: i proprietari (la famiglia Barzaghi ndr) l'hanno già venduto e quindi non ci resta che cambiare quartier generale. Ma la nuova struttura, una volta pronta, sarà un vero gioiellino".

Più informazioni su