CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nella tana del Calangianus. Il Como cerca riscatto e punti d’oro

Più informazioni su

Bivio della stagione per la formazione lariana di Parolini. Previste importanti novità di formazione per cancellare le ultime sconfitte pesanti. Recuperato anche il bomber Terraneo. Manzo in panchina con il Renate.

Non tutto è perduto. Ma adesso bisogna invertire la rotta. Dopo due sconfitte consecutive, il Como non ha scelta: oggi in Sardegna – nella tanma dell'insidioso Calangianus – serve solo  la vittoria. La squadra, dopo una settimana intensa di preparazione agli ordini di un Parolini non certo rassegnato, ne è ben consapevole. A casa sono rimasti gli infortunati Maiolo e Franchetto, oltrechè lo squalificato Placida in difesa. Gli altri ci sono tutti. E l’allenatore conta molto anche su Lele Terraneo, il bomber azzurro che ormai sembra recuperato dopo l’infortunio. Oggi inizialmente va in panchina. L'allenatore ha in mente una formazione un pò diversa rispetto alle ultime domeniche. Novità possibili in particolare a centrocampo.


“Ci crediamo ancora, l’aggancio alla vetta è possibile”. Parolini ha ripetuto il ritornello tutta la settimana ad Orsenigo. Convinto che i suoi ragazzi possano reagire dopo due pesanti ko rimediati a Palazzolo ed in casa con l’Alghero. I sardi oggi ricevono il Merate, mentre le due di testa (Tempio e Uso Caravaggio) si scontrano sul terreno dei bergamaschi. Ottima occasione per il Como – in caso di successo a Calangianus – per ridurre le distanze dalla vetta. La Salus Turate va a Solbiate, l’ex azzurro Mario Manzo debutta in veste di allenatore sulla panchina del Renate nella trasferta di Lodi contro il Fanfulla. La società milanese ha chiesto al roccioso difensore, comasco d'adozione, di portare la squadra alla salvezza. Lui ha accettato.

Più informazioni su