CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il bomber scalpita, ma resta ancora ai box:”In tribuna è tremendo”

Più informazioni su

Lele Terraneo anche domenica non potrà dare una mano al suo Como contro l'Alghero: è in miglioramento, ma l'allenatore lo lascia fuori. "Spero di tornare presto. Ai compagni dico: attenti a questi sardi…".

Non è solo il bomber ma un elemento essenziale nell’assetto del Como. Un uomo esperto, con visione di gioco, un punto di riferimento per i compagni. Emanuele Terraneo, attaccante azzurro, è ancora costretto fuori dal campo da un fastidioso problema muscolare alla coscia. “Spero che sia l’ultima domenica di stop – spiega alla redazione –. Corro tranquillamente ma ho ancora problemi a calciare la palla. Spero di rientrare la prossima settimana”. Un’altra domenica lontano dal campo per Emanuele che confessa: “Già in panchina si soffre ma in tribuna è tremendo. Comunque non posso farci niente. Seguirò la partita contro Alghero dagli spalti”.

Il giocatore si è allenato a parte per tutta la settimana e ha seguito il lavoro di mister Parolini e compagni in vista della sfida casalinga di domenica contro i sardi dell'Alghero. “In questi giorni il mister ha provato cose diverse, tattiche e schemi visto che siamo in emergenza davanti con la mia assenza e quella di Bernardi. Ma la rosa ampia e competitiva e ci sono validissimi giocatori. In questi giorni ho visto bene i ragazzi, concentrati come dovrebbe essere sempre e a maggior ragione dopo una sconfitta. Inoltre c’è Battaglino in recupero ed è una buona notizia”. Uno sguardo alla brutta sconfitta di domenica scorsa contro Palazzolo. “Paradossalmente è stata la partita migliore del periodo, migliore anche di quelle vinte. Ma è andata così”. Difficile capire le ragioni di prestazioni sempre così altalenanti per il Como. “Se lo sapessimo – spiega –avremmo già risolto i problemi – probabilmente abbiamo cali di attenzione e concentrazione, capitano partite buone e meno buone. Credo che prevalentemente manchi continuità”.


Dal bomber l’invito a non sottovalutare gli avversari. “Lo sappiamo bene – spiega – non sarà facile E’’ una formazione che prende pochissimi gol. Hanno la miglior difesa del campionato, inoltre hanno appena cambiato allenatore e modulo di gioco. Ma noi dobbiamo vincere e convincere”. Anche perché perdere stavolta proprio non si può. “Beh dipende sempre dagli altri risultati. Comunque non ci voglio nemmeno pensare, è una partita importante. In classifica noi siamo ancora li e abbiamo molte partite davanti”.
Appuntamento per la squadra domattina a Orsenigo per la rifinitura quindi il ritiro, voluto dalla presidenza, ed il tradizionale pranzo pre partita domenica.

Più informazioni su